Enrico Letta tra Ligabue, De André e i Tiromancino

Il rock entra in Parlamento con le citazioni del presidente del Consiglio

Ligabue (Getty Images)

Tony Romano

-

Come sappiamo tutti, ieri Enrico Letta ha ottenuto la fiducia della camera con 453 voti favorevoli. Non ha citato il Pd e il Pdl ma non sono mancati, invece, i riferimenti musicali. Almeno tre: Letta ha omaggiato il grande Fabrizio De Andrè parafrasando La Canzone del Maggio per parlare di quella cattiva politica all’origine dell’astensionismo, dicendo ‘Nessuno si senta assolto: siamo tutti coinvolti’.

Poi, ha citato anche Ligabue e la sua Buonanotte all’Italia dove la nostra nazione viene descritta come una Bellezza senza navigatore. Riguardo ai rapporti tra Italia e Unione Europea, sono stati i Tiromancino a ispirare il premier, con la loro splendida Due Destini che recita siamo due destini che si uniscono.

Ligabue: Buonanotte all'Italia

Tiromancino: Due destini

© Riproduzione Riservata

Commenti