Dopo il tango, Capo Horn
Dopo il tango, Capo Horn
Magazine

Dopo il tango, Capo Horn

Lasciato il Brasile, la nave Costa neoRomantica è giunta a Buenos Aires, dopo aver fatto scalo a Punta del Este e Montevideo. Prossima tappa Capo Horn

Il Pan di Zucchero si allontana, come in una controzoomata. E, proprio mentre la nave salpa, Rio de Janeiro si mostra in tutta la sua spumeggiante bellezza: in un’unica inquadratura si colgono colline dense di vegetazione, grattacieli modernissimi, favelas di vivaci multicolori e, naturalmente, le spiagge di Ipanema e Copacabana. Giusto per completare l’immagine da cartolina, fra le nuvole spunta anche, maestoso, il Cristo Redentor: del resto la "Cidade maravilhosa", come la chiamano qui, adora farsi notare, come i suoi abitanti.

Ma il giro del mondo continua: per i passeggeri della Costa neoRomantica, globetrotter nel vero senso della parola, non c’è spazio per la malinconia, neanche quando prende le forme della dolce saudade brasiliana. I pensieri di tutti, come il timone, sono già puntati verso sud, destinazione Rio de la Plata, il maestoso estuario formato dall’incontro dei fiumi Uruguay e Paranà: un mare, almeno a vederlo, dove tuttavia l’acqua dolce dei due giganti fluviali sudamericani riesce ancora ad avere la meglio sull’Oceano Atlantico.

Qui la prima tappa è Punta del Este, la "Saint-Tropez del Sud America" (per usare uno dei paragoni piùusati). Amata da tante celebrity, da Shakira a Julio Iglesias, Punta è elegante, festaiola e decisamente alla moda. Ci sono case di  design, palazzi lussuosi affacciati sul lungomare, piscine e una gran quantità di locali. Per noi che la esploriamo in giornata, imperdibile la fotografia alla gigantesca "mano", curiosa scultura che spunta dalla sabbia di Playa Brava, una delle più celebri del posto. Meno glamour, ma altrettanto graziosa, è la capitale Montevideo: in un giorno ci concentriamo sull’essenziale, con visita finale al Mercado del puerto, edificio d’epoca che oggi ospita un gran numero di parrillas, i tipici ristorantini di carne alla brace.

"Le nostre escursioni"  racconta il tour manager Enzo Porsenna "permettono di sfruttare al meglio la sosta in porto, minimizzando gli sprechi di tempo. In più noi le testiamo accuratamente, andando in ispezione con le agenzie locali". In un itinerario come questo, che tocca 22 paesi, "fare questo genere di verifiche è un lavoro mastodontico. Anche perché per ogni tappa c’è sempre un ventaglio di proposte, in grado di andare incontro ai gusti di una clientela varia (a bordo le nazionalità sono tante, ndr). Inoltre, quando la nave è ferma in porto per la notte, organizziamo sempre una cena a terra che spesso prevede uno spettacolo". Proprio come a Buenos Aires, tappa principale della quattro giorni nel Rio de la Plata, dove non si può mancare di vivere una calda serata a base di tango.

Eleganza, improvvisazione, sensualità e una presa molto stretta e sexy: questo ballo è la metafora di Buenos Aires, una città che ti affascina con gli ampi boulevard e i palazzi art déco del centro, ti conquista con lo spirito pop del quartiere di La Boca, ti stupisce con la creatività di atelier e boutique del barrio Palermo Soho e infine ti accoglie nei magnifici e profumati caffè di San Telmo.

Divincolarsi da questo abbraccio così stretto non è facile, ma il richiamo della prossima destinazione avventurosa aiuta a sciogliere gli ormeggi: siamo in partenza per Capo Horn, la fine del mondo.

Escursioni su misura
In 122 giorni di crociera sono oltre 280 le escursioni proposte: dai giri turistici con accompagnatore fino ai trekking nella natura. Grande attenzione anche all’enogastronomia del posto, con l’inclusione di un ristorante tipico per gli itinerari che durano un’intera giornata. Ma per chi vuole ancora di più Costa Crociere ha creato gli «overland», tour molto speciali che prevedono trasferimenti in aereo, con una o più notti sulla terraferma, pensati per non perdersi le destinazioni top nell’entroterra. Qualche esempio? Il ghiacciaio Perito Moreno in Argentina, Machu Picchu in Perù o ancora Uluru in Australia.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti