Blog

IL CERVELLO È PLASTICO. AIUTIAMOLO, CHE CI AIUTERÀ

È il cervello quello che tutti vogliono trovare in un uomo o donna che sia. Ma il cervello, come spiega uno dei massimi esponenti della psichiatria contemporanea, il prof. Vittorino Andreoli, è plastico, per questo si fa fatica a focalizzarlo.

537145

Noi non siamo gli stessi ogni momento che passa. A differenza dell’imperativo dettato dal Positivismo, che identificava il cervello come un organo determinato e costituito da cristalli disposti in maniera definitiva, le teorie attuali identificano alcune parti del cervello strutturate in maniera rigida e una parte plastica che modifica le proprie connessioni in funzione delle esperienze vissute.

Nella lectio magistralis tenuta dal professore al Masterclass Solgar di Abano Terme si è rivissuto il viaggio affascinante che, attraverso le ricerche condotte da Lorenz Konrad, Giuseppe Moruzzi ed Eric Kandel, ha consentito ai neuroscienziati di scoprire che le esperienze modificano il cervello imponendo un continuo cambiamento delle interconnessioni neuronali.

Il professore ha sottolineato che il cervello "ha fame”. Per nutrire la fame della mente sono indispensabili curiosità, possibilità, habitat stimolanti, sensi e cibo adeguato. Il 20% delle energie derivanti dal cibo che consumiamo vengono messe a disposizione del cervello; la quota energetica consumata raggiunge il 60% nel bambino di 3-4 anni comportando un rallentamento della crescita in altezza, se non rifornito di nutrienti adeguati.

La "fame della mente” è straordinaria e insaziabile e questa è la ragione per cui viene utilizzato solamente  il 25 % del cervello, qualsiasi attività si svolga. Nella nostra alimentazione dobbiamo usare dei nutrienti strategici per la costruzione plastica del cervello durante la gestazione e i primi anni di vita come il DHA, un acido grasso polinsaturo della serie Omega-3, per aiutare nel miglior modo lo sviluppo. Oggi una sana alimentazione, la conoscenza della nutraceutica e dell’integrazione e un’attività sportiva costante e moderata aiutano l’uomo a vivere meglio e ad essere più sano.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti