Tasse

Le nuove tasse della Manovra economica del Governo Conte-bis

Ecco cosa prevede la manovra economica del Governo Pd-M5S. Molte le nuove tasse, compresa quella sulle auto aziendali

Conte-Gualtieri

L'ennesimo vertice di Governo a Palazzo Chigi ha portato le ultime novità sulla manovra economica, soprattutto sono chiare quali saranno le nuove tasse e quanto peseranno sulle tasche degli italiani. L'ultima novità della notte è stata la "stangata" sulle auto aziendali.

Tasse auto aziendali

La manovra 2020 prevede un innalzamento notevole per le tasse sulle auto aziendali, sia a carico delle società che per i dipendenti. Oggi i dipendenti coprono circa il 30% del costo del noleggio; il Governo ha deciso la percentuale dovrà salire fino al 100%. Una vera e propria stangata da 500 milioni l’anno. Con i dipendenti che saranno costretti a garage da 2 a 5 mila euro in più all’anno. Sale anche l’imponibile Irpef ed i contributi su queste vetture versati dalle aziende.

Questo aumento di tassa vale per tutte le vetture, anche quelle ibride malgrado la tassazione nasca con un fine “ecologista”.

La “stangata” rischia di avere ripercussioni pesanti sull’intero settore automobilistico dato che il giro d’affari delle auto aziendali copre il 40% dell’intero mercato auto

Detrazioni

Novità nella manovra 20202 anche per quanto riguarda le detrazioni fiscali sulle spese sanitarie, novità che interessano i redditi alti. Attualmente infatti è prevista una detrazione del 19% che dal prossimo anno non sarà più consentita in maniera progressiva per i redditi al di sopra dei 120 mila euro fino ad azzerarsi per chi guadagna 240 mila euro l’anno. Questa detrazione non vale per le malattie gravi.

Non solo. Il taglio delle detrazioni vale anche per altre tipologie di spese: veterinario, istruzione scolastica ed universitaria dei figli, premi sulle assicurazioni sulla vita. Sono invece escluse dal taglio le detrazioni sui mutui della prima casa.

Per quanto riguarda le detrazioni sulle spese sanitarie la detrazione verrà concessa solo a chi effettuerà il pagamento in maniera elettronica, con carte di credito o bancomat

Flat Tax

Saranno escluse dal 2021 dalle agevolazioni fiscali della Flat Tax tutte le persone con partita Iva che abbiano avuto un reddito superiore ai 30 mila euro che si tratti di lavoro dipendente o di pensionati

Secondo una prima stima il taglio riguarderebbe circa il 20% degli attuali beneficiari della Flat Tax

Cancellate anche il tetto dei 20 mila euro per le spese annue dei beni strumentali e quello dei 20 mila euro per le aziende per pagare dipendenti e collaboratori

Plastic Tax

Confermata l’entrata in vigore della “plastic tax” la tassa legata all’ambiente ma che in realtà si trasformerà in una vera e propria stangata per le spese quotidiane degli italiani. La tassa prevede un aumento del costo di un euro al kg e riguarda la plastica mono-uso soprattutto quella per gli imballaggi ed alla fine, come annunciato dalle case produttrici che protestano duramente, ricadrà sul prezzo finale dei prodotti. Si stima ad esempio che pagheremo solo per l’utilizzo delle bottiglie di plastica dell’acqua circa 15 ero in più l’anno a testa.

Diesel

Confermata dal Governo per il 2021 l’eliminazione dei benefici fiscali sul gasolio usato per il trasporto merci o persone e legata a veicoli “inquinanti”, Euro 3 ed Euro 4.

Tabacco

Aumentano le tasse anche sul tabacco, ma rispetto alle previsioni della vigilia, la stretta del fisco sarà meno pesante. Dai 200 milioni di introiti previsti infatti si scende a quasi 90 dato che l’accisa salirà di 5 euro al kg. Aumenta anche di 5 millesimi al pezzo la tassa su cartine e filtri.

Niente aumenti invece per le sigarette elettroniche

Quota 100

La modifica voluta dal Governo percedente sulla pensioni in cancellazione della Legge Fornero verrà confermata. E non ci dovrebbero essere modifiche delle finestre d'uscita. Renzi, da sempre contrario, ha dovuto fare un passo indietro anche per questioni tecniche. Troppe le persone che avevano modulato la loro vita in vista di un'uscita dal mondo del lavoro. I bancari, ad esempio, hanno basato tutte le loro trattative sindacali proprio sull'utilizzo di Quota 100. In migliaia si sarebbero trovati senza lavoro e pensione.

Contante

La prima mossa della lotta all'evasione fiscale resta la limitazione all'uso del contante che passa da 3mila euro a 2mila euro. Il programma poi prevede un'ulteriore riduzione per il 2021 a solo 1000 euro.

Cuneo Fiscale

I fondi per il taglio del cuneo fiscale sono saliti a 3 miliardi. Questo comporterà un aumento delle buste paga per i lavoratori fino ai 30mila euro. L'ipotesi del Governo è di alzare i fondi a 5 miliardi per il 2020. Si parla di un guadagno netto di 18 euro/mese.

Il cuneo interesserà solo i lavoratori e non le aziende

Bonus Facciate

Una novità di rilievo è l’introduzione del cosiddetto "bonus facciate" una detrazione per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici, per migliorare l'aspetto esterno dei palazzi, quelli dove magari i lavori di ristrutturazione veniva rinviato per problemi di costi eccessivi. Non è ancora chiaro nel dettaglio come funzionerà il bonus, l'ammontare e la disponibilità di soldi messi a disposizione. 

Pensioni

Previsto un aumento per alcune pensioni che verranno rimodulate. L'aumento però è a dir poco simbolico (per alcuni, offensivo) essendo netto attorno ad un solo euro al mese

Lotteria

Confermata la lotteria per chi paga con carte di credito o bancomat.

Digital Tax

Nasce la digital tax che frutterà 600 milioni l'anno. La nuova tassa sui servizi digitali prevede un'aliquota del 3% sui ricavi da applicare ai soggetti che prestano servizi digitali e che hanno un ammontare complessivo di ricavi non inferiore a 750 milioni di euro e un ammontare di ricavi derivanti dalla prestazione di servizi digitali non inferiore a 5,5 milioni di euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti