Soldi

Rc auto: ecco come funzioneranno gli sconti obbligatori

Dal prossimo 10 luglio, gli automobilisti virtuosi che accetteranno di adottare la scatola nera, otterranno riduzioni dei prezzi delle polizze

Rc auto

Giuseppe Cordasco

-

Buone notizie per gli automobilisti italiani che presto potranno godere di importanti sconti sui prezzi dell’Rc auto. In base infatti a un regolamento emanato dall’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle imprese di assicurazione, dal prossimo 10 luglio scatteranno riduzioni di spesa per le polizze di responsabilità civile, in particolare per quei conducenti definiti virtuosi, ossia che non presentano all’attivo incidenti stradali.

Una misura che cerca di perseguire due obiettivi: innanzitutto un generale abbattimento dei costi delle polizze, da sempre ritenuti in Italia troppo onerosi. In secondo luogo poi una sorta di perequazione dei prezzi, per gli automobilisti più disciplinati, tra province con maggiore e minore tasso di sinistrosità.

Ma vediamo nel dettaglio come funzioneranno le nuove regole che, come detto, diventeranno da luglio obbligatorie per tutte le compagnie assicurative.

Ispezioni, scatola nera e “alcolock”

Tra gli sconti previsti sul costo dell’Rc auto una prima tipologia riguarderà quei conducenti che, su proposta della compagnia e previa loro accettazione, decideranno di sottostare alle tre seguenti condizioni: ispezione preventiva del veicolo, a spese dell’assicuratore;

installazione o presenza sul veicolo (se portabili) di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività, quali la scatola nera o equivalenti;

installazione o presenza sul veicolo di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge per la conduzione di veicoli a motore, il cosiddetto "alcolock".

Conducenti virtuosi

Un secondo tipo di sconto invece, che viene considerato aggiuntivo rispetto al primo sopra descritto, sarà applicabile a quegli automobilisti che, negli ultimi quattro anni, non hanno provocato incidenti con responsabilità esclusiva o principale o paritaria.

Purché anch’essi abbiano installato o installino meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, quali la scatola nera o equivalenti, e risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, individuate dall’Ivass.

Come accennato, si tratta di una misura che mira a premiare i conducenti più diligenti, anche se questi abitano in province dove a causa dell’alta sinistrosità i prezzi delle polizze sono più alti della media nazionale.

Sulla base di indagini statistiche, l'Ivass ha pubblicato, in coda al regolamento, la lista delle province interessate, che dovrà essere aggiornata almeno ogni due anni. Attualmente tra le province indicate figurano Bari, Barletta, Benevento, per il Sud, Genova e Bologna per il Nord e molte province della Toscana, come Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Livorno e Firenze.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ddl concorrenza: le 10 novità su Rc auto, professionisti, farmacie e tanto altro

Le commissioni parlamentari competenti hanno approvato le misure che ora attendono solo il via libera di Montecitorio

RC auto: dove e quanto costano di più le garanzie accessorie

Il sito comparatore SosTariffe.it ha analizzato i prezzi nelle principali città italiane. Ecco i risultati

Rc auto, come può cambiare

Pronta una riforma che mira a combattere le frodi e che prevede anche la riparazione diretta dei veicoli da parte delle compagnie

Rc Auto, perché prezzi e frodi alzano i prezzi

Il punto sul mercato con i dati Ania presentati in un convegno organizzato da MSC Crociere

Rc Auto e microchip, cosa cambia con l'addio al tagliando

In arrivo il contrassegno elettronico per le polizze contro gli incidenti stradali. Obiettivo: abbattere le frodi

RC Auto: cosa significa non pagarla

Nel 2013 il 7% degli automobilisti non ha sottoscritto la polizza. Un problema: si va contro la legge, si rischiano multe salatissime e si reca un danno alla collettività

Commenti