helbiz
(Helbiz)
helbiz
Economia

Helbiz, la micromobilità arriva al Nasdaq

Dai monopattini al principale mercato azionario del mondo con un cuore ed un cervello italiano

È la società italo americana Helbiz la prima azienda di micromobilità in sharing quotata in Borsa. Una quotazione che sa tanto di storia.
Fondata nel 2015 dall'imprenditore italiano Salvatore Palella Helbiz è riuscita nell'impresa fino a poco tempo fa impensabile di portare i monopattini elettrici nel listino tech di New York.
Tramite la business combination con la Spac quotata in borsa GreenVision Acquisition Corp la società è, infatti, approdata a Wall Street, sul Nasdaq.
Gli azionisti di GreenVision hanno approvato l'aggregazione aziendale nel corso di un'assemblea straordinaria durante la quale, tra l'altro, è stato deciso di mantenere il nome Helbiz per fidelizzare una clientela eterogenea e globale.
L'operazione ha portato entrate di cassa per circa 24,5 milioni di dollari al lordo delle deduzioni per le commissioni dovute all'agente di collocamento e altre spese correlate all'offerta.

Cos'è Helbiz

Presente in 35 città del mondo Helbiz, rappresenta, tramite la sua app una piattaforma di grande diffusione che permette facilmente agli utenti di accedere ai servizi richiesti, in modo sicuro e rapido semplicemente utilizzando un codice QR che permette di sbloccare il mezzo più vicino.
A Milano, ad esempio, Helbiz è stata la prima azienda a portare i monopattini elettrici con un costo di sblocco di 1 euro e un prezzo di 15 centesimi al minuto.
"Una tappa importante"
La quotazione in borsa, come sottolineato dal CEO Palella, "rappresenta una tappa importante, non solo per la nostra azienda, ma per tutto il settore della micromobilità oggi in rapida crescita. Un'innovazione della mobilità, all'insegna della sicurezza, a supporto sia del servizio pubblico sia di quello privato. Questo ci consente di continuare ad andare incontro alle esigenze della mobilità relative al primo e ultimo miglio. Un'innovazione che tocca tutte le città del mondo e che soprattutto è a impatto zero sull'ambiente. Questo porterà il gruppo a continui investimenti per incrementare la presenza di nuove offerte e servizi".
L'azienda multinazionale – che nel nostro Paese si è dotata anche di Helbiz Media, che ne cura una serie di attività legate alla pubblicità e alla comunicazione ed ha comprato i diritti tv via streaming del campionato di Serie B per il prossimo triennio – compie così un altro passo decisivo per alimentare di risorse finanziarie il suo innovativo percorso di sviluppo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti