biglietti ita alitalia
(Getty Images)
biglietti ita alitalia
Economia

Stop ad Alitalia, dal 26 agosto in vendita i biglietti di Ita

Cosa deve fare chi è in possesso di un tagliando siglato dalla vecchia compagnia di bandiera

Alla mezzanotte di oggi terminerà un'epoca. La compagnia di bandiera Alitalia, infatti, non venderà più biglietti aerei. Al suo posto subentra la neonata Ita che, attraverso il portale www.itaspa.com inizierà, in concomitanza, a vendere ticket destinati a chi decolla dopo il 15 ottobre. Il 14 ottobre, infatti l'ultimo aereo marchiato Alitalia saluterà i cieli e cederà il passo alla newco Ita.

In accordo a una clausola stabilita con l'Unione Europea, però, i biglietto Alitalia già venduti non potranno essere ceduti alla nuova compagnia. La domanda che allora si pongono le 257.000 persone in possesso di un ticket Alitalia per un volo dato dopo il 15 ottobre è "cosa bisogna fare adesso?"

Il portale della compagnia di bandiera spiega che i passeggeri in possesso di tale titolo (che viene identificato dal codice 055) hanno diritto al rimborso totale della cifra pagata dato che il volo in questione è stato cancellato per sempre. Sul sito Alitalia si legge: "Per i voli cancellati si può contattare il call center Alitalia oppure rivolgersi all'agenzia di viaggio che lo ha emesso. Si può fare il rerouting, ossia modificare l'itinerario per raggiungere la destinazione originaria entro il 14 ottobre 2021, senza dover pagare la differenza. Il cambio di destinazione per i biglietti nazionali è possibile soltanto su destinazioni nazionali e per i voli internazionali solo su altri voli internazionali. Esiste la possibilità di chiedere il rimborso totale, senza penale, del prezzo al quale il biglietto è stato acquistato o del valore residuo del biglietto per il viaggio non ancora effettuato. Questo rimborso può essere richiesto anche sul sito Alitalia, cliccando sul link presente nel messaggio di notifica della cancellazione del volo.

Il servizio di assistenza dall'Italia è raggiungibile allo 0665640, con tariffa ordinaria, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Per i voli in continuità territoriale si può contattare lo 0665859515.

Chi è è in possesso di un biglietto premio MilleMiglia con data di viaggio dal 15 ottobre deve contattare il call center per essere riprotetti, senza penale, su voli Alitalia o operati da partner SkyTeam e altri partner Frequent Flyer entro il 14 ottobre, richiedere la modifica della destinazione con eventuale integrazione delle miglia, o chiedere il riaccredito delle miglia, delle tasse e dei supplementi. Chi è in possesso di voucher del programma TravelPass, che permette di acquistare pacchetti prepagati per voli a prezzi più convenienti, può modificare i singoli biglietti relativi ai voli cancellati, acquistandone altri per viaggiare entro il 14 ottobre, oppure richiedere il rimborso integrale".

Per affrontare questa valanga di rimborsi il governo ha messo a disposizione (gli ennesimi) 100 milioni di euro stanziati tramite un fondo creato ad hoc dal Governo Draghi. La questione però non finisce qui. Esistono casi che non rientrano nello spettro citato e che lasciano una parte dei passeggeri con un grosso punto di domanda.

Cosa succede, ad esempio, a chi decolla prima del 14 ottobre, ma avrebbe il rientro in una data successiva? E tutti i Voucher pandemia? Chi li rimborsa? Restano dubbi anche in merito alla gestione delle tratte intercontinentali in codeshare. Se la tratta di competenza Alitalia era solo una, cosa succede dell'intero pacchetto? Per rispondere a tutte le domande stata selezionata, attraverso un tender tra diversi operatori, Covisian come operatore del nuovo customer center di Ita, operato sfruttando tecnologie su cloud in collaborazione con partners come Salesforce e Amazon Web. Il servizio sarà erogato dall'Italia e attivo a partire dal 26 agosto.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti