Aldo Mondino: Tappeti stesi e appesi

Esposti alla Galleria Santo Ficara di Firenze i lavori incentrati sul concetto di "nuovo esotismo", uno dei temi più frequentati nella lunga e multiforme attività dell'artista torinese scomparso nel 2005

Rita Fenini

-
 

In collaborazione con l’Archivio Aldo Mondino e con la cura di Marco Meneguzzo, sabato 13 aprile inaugura alla Galleria Santo Ficara di Firenze la mostra di Aldo Mondino Tappeti stesi e appesi . Esposto, oltre ad alcuni gioielli dai soggetti orientaleggianti, il ciclo di opere dei cosiddetti "tappeti stesi" (simulacri di tappeti, di fatto dipinti su telai e superfici sagomate), delle "Turcate" (chiaro riferimento al folklore turco, con particolare riguardo alle forme culturali e visive della setta dei Dervisci, ma anche all’artista Giulio Turcato), dei "ritratti" di ambientazione araba.

La mostra culmina con il rifacimento di "Mekka Mokka" (1988), una sorta di tappeto-mandala realizzato con l’utilizzo di 50 chili di caffè in grani su carta da spolvero.


Aldo Mondino. Tappeti stesi e appesi
Sede:            Galleria Santo Ficara - Via Ghibellina 164, Firenze
Date:            13 aprile – 20 giugno 2013

© Riproduzione Riservata

Commenti