L'odio online è un indicatore di quello che accadrà nella vita reale
True
L'odio online è un indicatore di quello che accadrà nella vita reale
Etica

L'odio online è un indicatore di quello che accadrà nella vita reale

Rubrica: la Pietra d'inciampo

True

In queste settimane stanno emergendo nuovi dati sull'odio on-line. Facebook ha eliminato oltre 9 milioni e mezzo di contenuti in tre mesi. Lo stesso, ma con numeri dimezzati, vale per gli altri social network come Twitter, Instagram, Tik Tok. E' il fenomeno dell'hate speech che avanza sulla Rete, ma che non è un fatto esclusivo del mondo digitale. Al netto dei profili social fake, oggi la vita digitale e quella "terrena" sono sempre meno separabili. L'una è il contenitore dell'altra. Dunque, il dato è che l'aumento dell'odio cibernetico rispecchia un aumento, seppure non in egual misura, dell'odio reale tra le persone. Che dobbiamo preoccuparci per questo è un'ovvietà. Vale però la pena fare uno sforzo ulteriore e comprendere cosa può succedere attorno a noi, se non anticipiamo alcuni comportamenti sociali.

Apertura sito

Superbonus: le banche più convenienti per la cessione del credito

Panorama.it ha messo a confronto le offerte degli istituti di credito per ristrutturare casa a costo zero (o quasi). Scoprendo che la proposta più vantaggiosa è di Poste italiane. Poi ha interpellato il commercialista milanese Luca De Pascale per chiarire tutti i dubbi.





True
Inchieste

In Cina partono le vaccinazioni di massa

Mentre tutto il mondo della scienza e della ricerca medica corre verso la preparazione e la sperimentazione di un un vaccino contro il Covid-19, nella provincia cinese di Zhejiang –parte orientale costiera della Cina - è stato già autorizzato "l'uso d' emergenza" sulla popolazione di un vaccino che non ha ancora terminato la terza fase di sperimentazione.

True