True
Etica

L'odio online è un indicatore di quello che accadrà nella vita reale

Rubrica: la Pietra d'inciampo

True

In queste settimane stanno emergendo nuovi dati sull'odio on-line. Facebook ha eliminato oltre 9 milioni e mezzo di contenuti in tre mesi. Lo stesso, ma con numeri dimezzati, vale per gli altri social network come Twitter, Instagram, Tik Tok. E' il fenomeno dell'hate speech che avanza sulla Rete, ma che non è un fatto esclusivo del mondo digitale. Al netto dei profili social fake, oggi la vita digitale e quella "terrena" sono sempre meno separabili. L'una è il contenitore dell'altra. Dunque, il dato è che l'aumento dell'odio cibernetico rispecchia un aumento, seppure non in egual misura, dell'odio reale tra le persone. Che dobbiamo preoccuparci per questo è un'ovvietà. Vale però la pena fare uno sforzo ulteriore e comprendere cosa può succedere attorno a noi, se non anticipiamo alcuni comportamenti sociali.

Inchieste

L'impossibile gestione dei migranti tra pregiudicati e positivi al Covid

La gestione degli sbarchi clandestini lungo le nostre coste continua a destare preoccupazione. La situazione infatti nonostante il notevole dispiegamento delle forze dell'ordine sul campo fatica ad essere tenuta sotto controllo.

True
Politica

Per salvare le scuole: ristrutturazioni pagate dalle banche

Soldi a fondo perduto o finanziamenti agevolati in cambio di deduzioni e sconti fiscali. Piano da 200 miliardi di euro. L'Abi: Le banche che operano in Italia sono attentissime ad ogni iniziativa sociale e pronte a dare supporto a famiglie, imprese e pubbliche amministrazioni.

True