7 biografie di grandi personaggi nello skyline newyorkese
Utet
7 biografie di grandi personaggi nello skyline newyorkese
Lifestyle

7 biografie di grandi personaggi nello skyline newyorkese

Uomini e donne che New York l’hanno fatta, vissuta, lasciata

Scusa New York, vado di corsa di Adriano Berton
5 agosto 1976: Adriano Berton è un bambino di nove anni e insieme a suo padre è vittima di un pazzo della strada che li travolge. Adriano viene portato all’ospedale di Jesolo con la gamba sinistra completamente spezzata e attaccata al corpo da soli due centimetri di pelle: tutti si aspettano l’amputazione. Ma un intervento miracoloso gli permette di conservare l’arto, e la piena consapevolezza di quanto accaduto, la morte del padre e il pericolo dell’infermità, accende di nuova forza e determinazione in un bambino così piccolo, convinto che da ogni evento si può trarre ispirazione. Ed è proprio quando la vita si accanisce di nuovo, privandolo di altri affetti, che Adriano fa appello a tutte le sue energie e decide che deve dedicare loro un’impresa unica, simbolo di quanta voglia di vivere c’è ancora in lui. Il mondo deve sapere che ogni disavventura è un’opportunità di crescita e qualsiasi obiettivo ci si ponga è raggiungibile. Nel 2005, Adriano, con la sua gamba riattaccata, parteciperà alla maratona competitiva di New York. Questa è la sua favola!

Scusa New York, vado di corsa
di Adriano Berton
Baldini Castoldi, 2013
(157 pagine)
Compra il libro

Mr. Selfridge. Shopping e seduzione di Lindy Woodhead
Nella seconda metà dell’Ottocento da Parigi a New York, i grandi magazzini – i «Paradisi delle signore», come li chiamava Emile Zola – cambiarono per sempre il volto del commercio. Ma nessuno meglio di Harry Gordon Selfridge comprese che lo shopping non ha solo a che fare con la qualità o la bellezza dei prodotti: cercando di prevedere le necessità e di soddisfare il bisogno di stile e svago delle sue clienti, Selfridge riuscì a fare di esso un’esperienza completa, divertente, seducente, e intossicante.
Partito come magazziniere, Selfridge divenne l’uomo più importante dei grandi magazzini Marshall Field di Chicago, facendone una Mecca per le appassionate degli acquisti. A cinquant’anni tagliò ogni legame con l’America, e a Londra riuscì a trasformare le sue visioni in una realtà che dura tuttora, contribuendo a fare di Oxford Street una delle vie dello shopping più celebri del mondo.

Mr. Selfridge. Shopping e seduzione
di Lindy Woodhead
Vallardi, 2014
(pagine: 360 + 16 tavole in b/n
Compra il libro - Scarica l'ebook

Ragazzo di città di Edmund White
Nel 1962, un giovane e sprovveduto White sbarca a New York. E l'inizio di una storia, o di un "romanzo", che dura ancora, ma che ha i suoi passaggi più eccitanti e sorprendenti negli anni Sessanta e Settanta. Allora la città era "così pericolosa ed economica da poter accogliere gli artisti senza un soldo". Una città allo sbando e in bancarotta, pericolosa e libertaria, sudicia e colta, la New York di quegli anni è il teatro della protesta contro la guerra nel Vietnam, delle prime manifestazioni a favore dell'ambiente, delle lotte femministe e infine del movimento di liberazione omosessuale, inaugurato dalla rivolta di Stonewall, nel 1969. "Una discarica a cielo aperto, con aspirazioni artistiche elevate", un laboratorio sociale e culturale, nel quale Edmund White ha modo di conoscere e frequentare giganti dell'arte e della cultura come Susan Sontag, William Burroughs, Bob Wilson, Elizabeth Bishop, Jasper Johns, Robert Mapplethorpe, qui ritratti nella speranza di contribuire a spiegare il rapporto tra il loro temperamento, le loro ossessioni e la loro arte.

Ragazzo di città
di Edmund White
Playground, 2010
(302 pagine)
Compra il libro

Oriana. Una donna di Cristina De Stefano
Dall’infanzia all’esperienza come staffetta partigiana, dalla precoce scoperta della vocazione per il giornalismo ai reportage di guerra nei luoghi più caldi del pianeta, dalla popolarità mondiale dei suoi libri alla scelta di una reclusione quasi totale fino al controverso impegno civile dopo gli attentati dell’11 settembre, la vita di Oriana Fallaci non ha eguali. Grazie a uno scavo approfondito tra documenti d’archivio e testimonianze inedite di coloro che hanno vissuto accanto alla Fallaci, Cristina De Stefano ci offre, in virtù di una scrittura coinvolgente e partecipe, un ritratto a tutto tondo che porta alla luce la vera personalità di una scrittrice di genio e settant’anni di storia visti attraverso il percorso umano, professionale, artistico e politico di una donna unica.

Oriana. Una donna
di Cristina De Stefano
Rizzoli, 2013
(324 pagine)
Compra il libro

Truman Capote di George Plimpton
Eccentrico e perfido, aristocratico e curioso di tutto, George Plimpton è stato tra le voci più influenti della letteratura americana contemporanea (a lui si deve l’invenzione dell’intervista come genere letterario). Plimpton ha organizzato il racconto della vita e della carriera del leggendario autore di Colazione da Tiffany, raccogliendo le testimonianze di decine di persone, da Marella Agnelli a Mia Farrow, da Gore Vidal a Kurt Vonnegut, e fondendole in una straordinaria biografia corale fatta di ricordi, racconti, accuse e gossip. Attraverso la voce di chi ha amato e di chi ha odiato Capote, possiamo seguire l’infanzia nel profondo Sud e l’arrivo a New York; i primi successi letterari e la scandalosa vita amorosa; gli anni al centro della vita artistica mondiale e gli ultimi giorni trascorsi fra perdita d’ispirazione, alcolismo e isolamento. Il risultato è una lettura irresistibile che aderisce magicamente alla vita e alla leggenda di Capote.

Truman Capote. Dove diversi amici, nemici, conoscenti e detrattori ricordano la sua vita turbolenta
di George Plimpton
Garzanti, 2014
(500 pagine)
Compra il libroScarica l’ebook

Giuseppino. Da New York all'Italia: storia del mio ritorno a casa di Joe Bastianich con Sara Porro
Come nella migliore tradizione delle commedie romantiche, il primo incontro tra Joe Bastianich e l’Italia è un disastro. Figlio di esuli istriani emigrati a New York, Joe detesta l’inglese zoppicante e il forte accento dei suoi familiari, il panino con la trippa che alle volte trova nel lunchbox e il nomignolo che nonna Erminia gli ha affibbiato, Giuseppino. Arriva però il momento per lui di guardare il Belpaese con meno diffidenza quando, finita l’università, passerà un anno girando la penisola in lungo e in largo. Al ritorno in America diventa un restaurant man di grande successo, e per vent’anni l’Italia rimane soltanto una sorta di flirt estivo.
Ma quando scopre che il format televisivo di MasterChef andrà in onda anche nel nostro Paese, fa di tutto per diventare uno dei giudici dell’edizione locale. Tra Joe e l’Italia sarà infine amore, mentre il pubblico tv lo consacra come una delle celebrità più anticonvenzionali del piccolo schermo.

Giuseppino. Da New York all'Italia: storia del mio ritorno a casa
di Joe Bastianich con Sara Porro
Utet, 2014
(208 pagine)
Compra il libroScarica l’ebook

Infinity Net.la mia autobiografia di Yayoi Kusama
L’autobiografia di Yayoi Kusama è il racconto in prima persona della parabola di una delle personalità più eccentriche, ambivalenti e incantevoli che l’arte giapponese abbia mai conosciuto. Le vicende della vita sono narrate dalla Kusama con spiazzante sincerità ma anche, in alcuni tratti, con forte comicità, senza seguire un ordine cronologico ma procedendo per associazioni, come muovendosi tra i suoi pois.
Pois, Soft Sculptures, Happenings, performance con orge, zucche ricoperte di pois, le vetrine di Louis Vuitton, ancora ricoperte di pois: sono questi gli elementi caratterizzanti e riconoscibili dell’arte di Yayoi Kusama. Nella sua autobiografia, l’artista ripercorre le tappe della sua carriera fortemente voluta e anche lucidamente spiegata nella sua necessità di essere a partire dagli esordi come artista in America, e in particolare a New York, fino al ritorno nella sua terra natale nel 1975.

Infinity Net.la mia autobiografia
di Yayoi Kusama
Johan & Levi, 2013
(192 pagine)
Compra il libro

Ti potrebbe piacere anche

I più letti