1945-il-giorno-dopo-la-liberazione-castelvecchi
Castelvecchi
1945-il-giorno-dopo-la-liberazione-castelvecchi
Lifestyle

25 aprile: 3 libri per celebrare la Liberazione

Qualche consiglio di lettura dedicati al giorno della Liberazione, tra le più recenti pubblicazioni

'1945. Il giorno dopo la liberazione', di Marco Gasparini e Claudio Razeto

1945-il-giorno-dopo-la-liberazione-castelvecchi Particolare di copertina del libro 1945. Il giorno dopo la liberazione, di Marco Gasparini e Claudio Razeto Castelvecchi

Non è stato per l'Italia ripartire dopo il 25 aprile e la morte di Mussolini (28 aprile 1945). In questo libro si trova un'interessante ritratto del nostro paese nei giorni e nei mesi immediatamente successivi alla fine del conflitto, tra le ultime stragi tedesche, i tribunali del popolo, banditi e separatisti, prigionieri di guerra, alleati e titini. Era l'Italia di Parri, Togliatti, De Gasperi, una nazione in cerca di pace e di un nuovo inizio, di fronte a un mondo che presentava un inedito gioco tra le grandi potenze.

1945. Il giorno dopo la liberazione
di Marco Gasparini e Claudio Razeto
(Castelvecchi)
238 pagine

Compra il libro

'La guerra non era finita. I partigiani della Volante Rossa', di Francesco Trento

la-guerra-non-e-finita-i-partigiani-della-volante-rossa-laterza Particolare della copertina di La guerra non era finita. I partigiani della Volante Rossa, di Francesco Trento Laterza

Una storia per molti poco conosciuta, figlia dell'onda lunga della Resistenza, quella della cosiddetta 'Volante Rossa'. Un gruppo di partigiani della 118 Brigata Garibaldi proseguì a Milano e dintorni la propria lotta oltre il giorno della Liberazione, per diversi anni. Il loro obiettivi erano stanare i fascisti impuniti, ostacolare i gruppi neofascisti che stavano nascendo e trovarsi pronti nel caso in cui la rivoluzione comunista dovesse aver bisogno delle loro armi. Sotto la guida di Giulio Paggio, alias “tenente Alvaro”, questi ragazzi divennero presto il punto di riferimento per i lavoratori milanesi: spesso venivano chiamati per difendere le fabbriche occupate e il PCI si servì di loro per organizzare servizi d'ordine e di vigilanza per le loro sedi di partito. La loro parabola finì nel 1949, con diverse condanne, anche grazie alla sempre più marcata presa di distanza operata dal PCI.

La guerra non era finita. I partigiani della Volante Rossa
di Francesco Trento
(Laterza)
204 pagine

Compra il libro

'Raccontami la storia del Padule', di Luca Baiada

raccontami-la-storia-di-padule-ombre-corte Particolare della copertina di Raccontami la storia del Padule, di Luca Baiada Ombre Corte

A oltre settant'anni dalla Liberazione, ci sono ancora storie per certi versi inedite da raccontare. Storie tragiche, che hanno segnato persone, paesi e comunità per sempre, ma che spesso sono rimaste nell'oblio della vergogna. In questo volume si racconta del massacro di Padule di Fucecchio: il 23 agosto 1944 i tedeschi uccisero 174 persone, di cui la più giovane aveva quattro mesi e la più anziana era novantenne. Nel 1947 tre ufficiali vennero processati, ma il caso venne dimenticato per molto tempo, fino al processo del 2012 agli ultimi responsabili ancora in vita. Questa vicenda, assieme alle altre del suo genere, aiuta a ricordare ciò che abbiamo dovuto subire in termini di violenze e ingiustizie prima di poter considerarci davvero liberi.

Raccontami la storia del Padule. La strage di Fucecchio del 23 agosto 1944: i fatti, la giustizia, le memorie
di Luca Baiada
(Ombre Corte)
331 pagine

Compra il libro

Ti potrebbe piacere anche

I più letti