Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Sport

Thiago Silva più Arcore che Parigi

I tifosi del Milan sperano che Thiago Silva resti. Il Chelsea sgambetta la Juve su Jovetic, Destro ad un passo dall'Inter

Thiago Silva, i tifosi sognano la sua permanenza al Milan (MATTEO BAZZI / ANSA)

La trattativa per Thiago Silva al Paris Saint Germain resta in stand by. L'accordo tra Milan e Paris Saint Germain è stato trovato sulla base di 42 milioni di euro ma l'intervento del presidente rossonero Silvio Berlusconi avrebbe bloccato l'operazione. Come successo lo scorso inverno per Pato, a sua volta ad un passo dei francesi, anche nel caso del difensore sembra sia arrivato lo stop del patron rossonero.  Tornato da Parigi l'amministratore delegato Adriano Galliani avrebbe pronunciato la frase che tutti i tifosi aspettavano: "Le preghiere per tenere Thiago Siva? A volte funzionano, il presidente vuole trattenerlo". Dalla Francia Leonardo ha però fatto sapere di non volersi arrendere: "L'operazione continua, ci sono ancora molti dettagli da definire".

Il Chelsea sgambetta la Juventus nella trattativa per Stevan Jovetic. L'attaccante montenegrino, che lascerà quasi sicuramente Firenze, è un obiettivo concreto di mercato per la squadra di Antonio Conte, non troppo convinto dall'idea Van Persie. Sul giocatore si è però concentrata l'attenzione dei blues che sarebbero pronti ad offrire 25 milioni di euro alla famiglia Della Valle. Con l'Udinese è in via di definizione l'accordo per il duo Asamoah - Isla, una doppia comproprietà che dovrebbe definirsi sulla base di 14 milioni di euro. Per quel che riguarda Giovinco si avvicina il termine del 22 giugno, giorno definito per la risoluzione delle comproprietà. Il presidente del Parma Ghirardi lo valuta non meno di 25 milioni di euro. Con l'Atalanta si parla sempre di Peluso (la prima scelta resta però Kolarov) e Gabbiadini mentre è in stand by l'operazione per El Kaddouri che potrebbe essere utilizzato come contropartita tecnica. Dopo Pogba interessa anche un altro centrocampista di enorme prospettiva: Pedro Obiang della Sampdoria, seguito anche dalla Roma. Dall'Inghilterra voci sull'interesse bianconero per il difensore croato Vedran Corluka del Tottenham, classe 1986.

Mattia Destro si avvicina all'Inter. L'attaccante del Siena, in comproprietà con il Genoa, sta per tornare nella squadra che l'ha lanciato. Un ruolo fondamentale nella trattativa lo ha Samuele Longo, attacante della primavera che potrebbe finire in rossoblù a titolo definitivo come contropartita. Continua la corte all'esterno del Lilla Debuchy, seguito anche dal Real Madrid di Josè Mourinho, mentre è stato bloccato Gaby Mudingayi del Bologna. Se non si riuscisse ad arrivare agli obiettivi principali per il centrocampo, M'Vila e De Jong, il rinforzo in mediana sarà lui. Diego Forlan è ad un passo dall'addio: in Brasile danno per concluso il passaggio all'Internacional di Porto Alegre: 3,8 milioni di euro all'Inter, triennale per il giocatore a 2 milioni di euro l'anno. Si attendono novità su Matia Silvestre del Palermo, se il Milan dovesse trattenere Thiago Silva uscirebbe dall'asta e il prezzo del difensore potrebbe scendere.

Il Palermo chiude con il Chievo Verona per Bradley, il Bologna lavora con la Lazio per lo scambio Morleo-Kozak. Gillet può finire al Torino mentre è ufficiale il prestito di Salifu al Catania. Federico Fernandez del Napoli è nel mirino della Sampdoria che si è inserita anche nella trattativa tra Cesena e Parma per Parolo. I ducali potrebbero anche disturbare la trattativa tra Brescia e Bologna per la comproprietà di Diamanti. Il Napoli ha trovato l'accordo con Cissokho ma manca quello con il Lione, Lazzari potrebbe lasciare Firenze per la Lazio. La nuova Roma di Zeman punta il centrale difensivo della Repubblica Ceca Kadlec, sempre in piedi la trattativa per Sissoko. La Sampdoria, in attesa di notizie sulla conferma di Iachini, lavora per il mercato in entrata: a buon punto l'operazione Rigoni con il Novara, piace Sardo del Chievo e con l'Inter è in piedi la trattativa per Mariga. Il presidente Garrone ha spento i sogni dei tifosi sul ritorno di Cassano: "E' destinato a restare un sogno, lo spogliatoio ha bisogno di tranquillità e Antonio ha troppi colpi di testa". Curiosa la situazione di Fabio Borini che la Roma non intende riscattare. La punta è in comproprietà con il Parma e il rischio concreto è quello di arrivare alle buste il 22 giugno prossimo. Ghirardi è stato chiaro: "Borini non può tornare a Parma, la Roma deve scegliere se tenerlo o monetizzare". Sul giocatore ci sono l'Inter, il Tottenham e l'Arsenal. Il Genoa prova a chiudere con il Catania per Barrientos mentre Mesto è destinato a Palermo.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>