Politica

Marina Berlusconi: "Grillo ed il Pd hanno commesso errori politici"

Marina Berlusconi: “Uno dei più gravi errori della sinistra è aver rinunciato a fare politica”. E su Grillo e i grillini: “Sono il nullismo, un gruppo di dilettanti, o replicanti, allo sbaraglio”.

Il presidente Fininvest e Mondadori, Marina Berlusconi (Credits: Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

“Uno dei più gravi errori della sinistra, che mi pare stia pagando a carissimo prezzo è stato proprio quello di aver rinunciato a fare politica, ad affrontare l’avversario sul terreno della politica”, dice Marina Berlusconi nella lunga intervista che Panorama pubblicherà nel numero in edicola da domani.

E rispondendo ad una domanda sull’”antiberlusconismo” sottolinea: “La sinistra ha preferito illudersi che altri provvedessero, in altri modi. Si è consegnata così alle procure e a determinati gruppi editoriali, ma ha fatto anche di più: ha perfino inseguito un ex comico che straparla di golpe, sperando che fosse lui a toglierle finalmente le castagne dal fuoco. Sia chiaro, una sinistra così non è un bene per nessuno: prima torna la politica, la buona politica, e meglio è. Almeno questo, per quel che vale, è il mio auspicio”.

A proposito del Movimento 5 Stelle, Marina Berlusconi afferma: “Per Grillo e i suoi guardiani della rivoluzione parlerei di nullismo, con l’antiberlusconismo e con il loro essere antitutto tentano di mascherare il nulla assoluto di programmi e proposte. La politica avrà mille colpe, ma non può finire nelle mani di un gruppo di dilettanti, o replicanti, allo sbaraglio. Certo, se poi i replicanti dimostrano di avere un’anima e un portafoglio, e se l’antipolitica va subito a impantanarsi nelle questioni più “terrene” della politica, rimborsi spese e diarie, beh, chissà che non ci siano presto sorprese.

© Riproduzione Riservata

Commenti