Musica

Lady Gaga diventa un brand

Quando una popstar si trasforma un marchio globale

Lady Gaga nela foto di lancio del profumo Fame

Lady Gaga continua a rilanciare, decisa a cavalcare l’onda propizia.Il fil rouge della sua brillante carriera da business woman, cominciata sul palcoscenico, si sta velocemente spostando verso una zona di confine dal sapore. Gaga ha segnato almeno tre goal negli ultimi 15 giorni, realizzando in breve tempo una vera e propria escalation nel mondo dell’entertainment.

Il primo punto messo a segno è stato con il lancio di «Fame», nuovo sensuale profumo dalla fragranza misteriosa, sensuale e leggera ispirata alla Belladonna, la pianta mortale utilizzata dalle dame del XVIII secolo.Per l’occasione la star ha deciso di farsi immortalare senza veli, coperta solo da una maschera che le cela il volto e da decine di “uomini ragno” che le ammantano il corpo. Non contenta Gaga ha poi alzato la posta in gioco rendendo noto di essere nel cast del film «Machete Kills», il sequel del regista texano Robert Rodriguez, nel quale vestirà i panni della femme fatale «La Chamaleón».

Anche questa volta Stefani Joanne Angelina Germanotta sceglie di spogliarsi restituendo un’immagine in locandina da bad girl in reggicalze e pistola fumante in mano. In ultimo la newyorkese 26enne ha sbalordito i fan regalando a tutti una foto che la ritrae in totale déshabillée. Sono circa 27 milioni i follower che su Twitter hanno cliccato il post facendo partire un impressionante tam-tam mediatico che le ha assicurato ancora una volta parecchia pubblicità a costo zero.

Non male per una 26enne partita dal nulla che nel giro di una manciata d’anni è entrata nella top ten di Forbes dei dieci artisti, sotto i trent’anni, più ricchi del pianeta, con un patrimonio stimato intorno ai 52 milioni di dollari.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>