Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Renzi smentisce Renzi
Magazine

Sprechi: Renzi smentisce Renzi

Il Governo Renzi dice che la spending review frutterà molto meno della metà di quanto promesso. Anche il rottamatore si è fermato davanti agli sperperi

"Nel 2015 risparmieremo 20 miliardi" garantiva il premier il 3 Settembre. Matteo Renzi diceva una bugia. Lo sostiene la storia di copertina del prossimo numero di Panorama, in edicola da giovedì 9 ottobre. Perché oggi il governo annuncia che la «spending review» frutterà molto meno della metà di quella cifra. Un’analisi completa dei conti italiani. E di un semestre europeo presieduto dallo stesso Renzi, senza che il suo esecutivo combinasse nulla di buono.

Fumi uno spinello alla scrivania? Reintegrato. Picchi il collega di lavoro tanto da spedirlo al pronto soccorso? Reintegrato. Rubi sui rimborsi spese di viaggio? Reintegrato. Fai l’esibizionista davanti a una cliente? Reintegrato. Su Panorama l’art. 18 dello Statuto dei lavoratori, oggi al centro dell’attività di governo e di mille polemiche, analizzato come strumento di totale discrezionalità per i giudici del lavoro. 

«Mi bastava sentire un pallone che rimbalzava in cortile per correre di più». «La mia è stata una vocazione, anche se mio padre diceva sempre che ero una pippa» Francesco Totti, l’intramontabile campione della Roma che a 38 anni non smette di segnare, e guida la polemica con la Juventus dopo la «partita dei rigori», si confessa con Panorama. Parlando senza veli a un suo vecchio amico: Maurizio Costanzo. 

Staccare da un paziente il corpo malato, o paralizzato, e sostituirlo con un altro intero, sano e funzionante. Un trapianto di corpo, o in altre parole di testa. Una follia? Tutt’altro. Sergio Canavero, neurochirurgo all’ospedale Le Molinette di Torino, racconta a Panorama in edicola di essere pronto a farlo: gli servono soltanto un paio d’anni per perfezionare la tecnica, un ospedale attrezzato e un’équipe di 100 chirurghi. Quasi nessuno è disposto a credergli. Ma se avesse ragione?

Oggi i droni volanti per uso professionale in Italia sono oltre 500, quelli da gioco sono più di 10 mila. E pochi lo sanno, ma da aprile è entrata in vigore una norma che regola il settore: serve una patente, i professionisti devono assicurarsi… Un viaggio di Panorama nei nuovi obblighi di legge di un settore che registra una crescita tanto veloce da far prevedere che nel mondo, tra 10 anni, varrà 11 miliardi di dollari.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>