1
Economia

Albo Francesconi: "Vi spiego come ho ricominciato ad assumere"

Parla l'imprenditore che ha messo insieme 5 aziende dell'arredo e dell'edilizia. In un mercato al tracollo, lui guadagna

 Lezione di sopravvivenza in un mercato che in 7 anni ha perso 80mila imprese.

L’ha impartita Albo Francesconi, imprenditore del settore dell'industria e della finanza. Lo svolgiomento è semplice: fondi una banca d’affari, entri nel capitale sociale di aziende che operano nello stesso settore ma che fanno prodotti diversi, le integri, ti presenti sui mercati internazionali con un’offerta globale e, grazie alla qualità dei materiali e a un know how irripetibile, riesci a salvare 250 posti di lavoro e, addirittura, a ricominciare ad assumere.

Il modello è semplice, ma difficilissimo da applicare, “infatti non esistono esperienze uguali alla nostra”, spiega Francesconi.

Le aziende messe insieme dalla banca d’affari In Prendo Capital sono la Moab80, 14Ora italiana, Galassia, Gazzotti e Officine Volta che producono arredo bagno, piastrelle e parquet: tutte top di gamma ma tutte sottoposte a un micidiale lavoro ai fianchi da parte di un dumping asiatico che ha fatto strage di concorrenti in giro per il mondo.

Italia Lab, questo il nome della “rete” di Francesconi, è presente al Cersaie, la fiera internazionale della ceramica e dell’architettura che si è aperta oggi a Bologna. Dal punto di vista tecnico Italia Lab è una holding di coordinamento finanziario ma soprattutto operativo per le piccole e medie imprese del settore della ceramica e del design, ma è anche un consulente strategico per lo sviluppo manageriale e di business.

“Chi sale a bordo con noi”, spiega Francesconi, “trova un ambiente stimolante industrialmente e innovativo dal punto di visto del marketing. Puntiamo sulla diversità, sulla creatività, sui sogni, l’eleganza e la tradizione italiana in questo settore che, come abbiamo dimostrato, può ancora dire la sua nel mondo”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti