Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

Memoriale di un vecchio portabandiera di Oddo: il Sellaio al seguito dei garibaldini

Prospettiva editrice pubblica un romanzo storico in cui si raccontano le vicende di uno dei tanti “signor nessuno” che contribuirono all’Unità d’Italia

Giuseppe Garibaldi (Ansa)

C’è una storia alta, con la s maiuscola, studiata sui sussidiari e raccontata dai documentari. Ce ne è un’altra, secondaria, persa nei rivoli della memoria e dell’aneddotica, sospesa com’è tra sussurri e oblio, ma pure significativa.

Della prima ormai sappiamo tutto o quasi. Della seconda, no.  È vero, spesso non è essenziale, ma se riaffiora può restituire meglio di certi ritratti alcune atmosfere distanti anni luce dal solito tran tran.

È a questa storia che Giuseppe Oddo ha deciso di attingere per raccontare le vicende di un personaggio minore del Risorgimento siciliano. Si chiamava mastro Ciccio, era un mazziniano e di professione faceva il sellaio. Conobbe il carcere, fu costretto a chiedere la grazia al re, partecipò alla fase iniziale della battaglia di Palermo, nel 1860, ma presto fu messo ko dal crollo di un muro.

Eppure non si diede per vinto. Recuperò presto, si arruolò fra i cacciatori dell’Etna e andò a combattere nella battaglia di Milazzo.

Ciccio il sellaio diventò sottotenente, non capitano e nemmeno tenente. La sua vicenda non finì nei libri di scuola e dovette persino faticare per ottenere il vitalizio previsto da una legge del 1883. La sua storia è rimasta sepolta nei ricordi domestici e in qualche documento ufficiale. Oddo ha deciso di ritirarla la fuori perché meritava, nell’unica forma (il romanzo storico) in cui poteva essere raccontata.

Memoriale di un vecchio portabandiera (Prospettiva) è un’ulteriore conferma del fatto che anche la storia con la minuscola può dirci molto del nostro passato. E continuarci a sorprendere, a dispetto della cronaca ufficiale.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>