nel-paese-dei-mostri-selvaggi-sendak-babalibri
Libri

La curiosa storia del dattiloscritto inedito di Maurice Sendak

L'autore del celebre libro per ragazzi "Nel paese dei mostri selvaggi" ritorna in libreria con un lavoro scoperto per caso, a cinque anni dalla sua morte

L'autore e illustratore statunitense Maurice Sendak, scomparso l'8 maggio del 2012 a 84 anni, deve la sua fama in tutto il mondo grazie al celebre libro per ragazzi Nel paese dei mostri selvaggi (uscito nel 1963). Lungo la sua carriera ha scritto molte altre opere, sempre orientate al pubblico dei piccoli lettori, ma non tutte sono arrivate fino a noi. È stato infatti recentemente scoperto un lavoro inedito, mai visto prima, che verrà pubblicato nel 2018 con il titolo Presto and Zesto in Limboland.


maurice-sendak

L'autore statunitense Maurice Sendak (1928 - 2012) - 11 luglio 2017 – Credits: Mida/Ansa

Com'è stato scoperto il libro?

Il ritrovamento è stato fatto da Lynn Caponera, attuale presidente della Maurice Sendak Foundation ed ex assistente personale dello scrittore. La donna stava mettendo in ordine alcuni archivi di Sendak, quando si è improvvisamente imbattuta in un dattiloscritto corredato dalle inconfondibili illustrazioni dell'autore e intitolato Presto and Zesto in Limboland. Da grande esperta dei suoi lavori, si è subito resa conto che si trattava di qualcosa di mai visto.

L'azione è stata veloce. Immediatamente Caponera ha scansionato il materiale e lo ha mandato all'editore Michael Di Capua, il quale a sua volta si è velocemente deciso per la pubblicazione di tale inedito, prevista per l'autunno del 2018.

Un po' di storia del dattiloscritto perduto

Il libro è per la verità stato scritto a quattro mani da Maurice Sendak e Arthur Yorinks, quest'ultimo autore anche lui e grande amico dello scrittore scomparso. Assieme hanno firmato anche altri lavori (The Miami Giant, del 1995 e Mommy? del 2006).

Nel caso di Presto and Zesto in Limboland, tutto nasce nel 1990, quando i due sono impegnati nel tentativo di illustrare e tradurre in inglese alcune filastrocche tradizionali ceche, convertite in musica nel 1927 da Leos Janaceck nella composizione Rikadla, proposta proprio nel '90 dalla filarmonica di Londra. Il progetto non va però in porto. Nonostante le illustrazioni siano ormai complete, emergono difficoltà nelle traduzioni.

Quei disegni finiscono così in un cassetto per sette anni, finché Yorinks propone a Sendak di usarli per una storia originale. Cominciano così a scrivere di nuovo assieme, realizzando il nuovo libro. Ma per una serie di circostanze questo torna nel dimenticatoio. Perlomeno fino a oggi.

presto-and-lesto-in-limboland-Maurice-Sendak-Foundation

Una delle illustrazioni presenti in "Presto and Lesto in Limboland" – Credits: Maurice Sendak Foundation

Di cosa parla Presto and Zesto in Limboland

Non ci è dato ancora sapere quale sia la trama di questo inedito di Maurice Sendak. Sappiamo solo che si tratta di una storia che vuole omaggiare l'amicizia fra l'autore e il suo collaboratore Arthur Yorinks. Pare infatti, a detta dello stesso Yorinks (la fonte è il Publisher Weekly), che i due si siano molto divertiti nello scrivere Presto and Zesto in Limboland. Lo stesso titolo è frutto di un loro personale gioco di parole, nato da un piccolo episodio. Un giorno Sendak aspettava una visita di Yorinks nella sua casa in Connecticut, ma venne sorpreso dalla velocità con la quale questo si presentò, ed esclamò quindi “Presto!”. L'amico di rimando rispose “Zesto!”. E così nacquero i loro soprannomi e i nomi dei protagonisti del libro postumo di Maurice Sendak.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti