Wikipedia
Lifestyle

H.P. Lovecraft, il manoscritto perduto commissionato da Houdini

È tornato alla luce dopo 90 anni di oblio un saggio dello scrittore americano che prende di mira la superstizione, scritto per l’amico illusionista

Talvolta i grandi scrittori riemergono in modo inaspettato dal passato, dall’oltretomba viene da dire in questo caso, dato che il protagonista è H.P. Lovecraft. È stato infatti ritrovato, a 90 di distanza, un manoscritto perduto dello scrittore americano intitolato The Cancer of Superstition. L’opera faceva parte, secondo la casa d’aste Potter & Potter di Chicago (che lo venderà il prossimo 9 aprile), di una vasta collezione di memorabilia di un ormai chiuso magic shop statunitense. Negli anni passati era invece appartenuto a Beatrice Houdini, la vedova dello storico illusionista e al suo manager Edward Saint.

Cosa c’entra Harry Houdini in questa storia? Ebbene, il famoso escapologo commissionò a Lovecraft questo testo nel 1926 e non fu l’unica volta che fece una cosa del genere: famoso il caso del racconto su richiesta Sotto le piramidi (o anche noto come Prigioniero dei faraoni) del 1924. Houdini, già famoso, non possedeva le capacità per scrivere le storie che aveva in mente e si serviva dunque di ghost writer come Walter B. Gibson, Albert Guissart, Clinton Burgers, Bernard M.L. Ernst e, appunto Lovecraft.

the-cancer-of-supertitionLe pagine di The Cancer of Superstition, il manoscritto perduto di H.P. LovecraftPotter & Potter Auctions

The Cancer of Superstition era già parzialmente conosciuto da amatori e studiosi di Lovecraft, grazie a una breve sintesi del primo capitolo, scritta dallo stesso autore e raccolta nei suoi Collected Essays. Ma si credeva che l’intera opera fosse ormai perduta o addirittura mai completata. Ed ecco invece che nelle 31 pagine dattiloscritte recentemente ritrovate è possibile leggere tutto il saggio dimenticato, diviso in tre parti: The Genesis of Superstition, The Expansion of Superstition e The Fallacy of Superstition.

Inutile dire che tale scritto si proponeva come una invettiva contro lo spiritismo e la superstizione, che allora sembravano aver raggiunto un grande successo nella società statunitense e non solo.

La base d’asta per il manoscritto perduto di H.P. Lovecraft è di 13mila dollari.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti