Fumetti

Larcenet e il buio dell'animo umano: 'Blast vol. 2 - L'apocalisse secondo San Jacky'

Viaggio a fumetti nell'autodisfacimento di un uomo, tra introspezione, violenza, perdizione e illuminazione.

Obeso e autolesionista, Polza Mancini cerca uno stato di grazia attraverso l'annullamento, vagando nei boschi ubriaco. L'arrivo dell'inverno lo spinge di nuovo in prossimità della società umana, occasione buona per una nuova, agghiacciante tappa in questo viaggio di dura introspezione.

"Blast vol. 2 - L'apocalisse secondo San Jacky" del fumettista francese Manu Larcenet, pubblicato nel nostro Paese da Coconino Press Fandango , porta avanti il racconto iniziato nel primo volume , immergendoci in un'atmosfera ancora più cupa e tesa.

Dopo aver lasciato una vita apparentemente normale, il protagonista si dà ai vagabondaggi, che ora sta raccontando con dovizia di particolari a due poliziotti che lo tengono in stato di fermo per un non meglio specificato grave delitto.

Nel cercare l'illuminazione attraverso un disperato isolamento e stati alterati di coscienza, Polza getta un occhio anche al malessere altrui, dapprima irrompendo in case deserte e frugando nei cassetti dei medicinali, poi svernando in compagnia di San Jacky e condividendo per un po' il suo stile di vita.
Di professione spacciatore, anche quest'ultimo si nasconde dall'umanità, passando il tempo a leggere di tutto nel suo nascondiglio, per poi riavvicinarsi ai centri abitati e alla gente per fare i suoi commerci.

Cercato ma anche odiato, San Jacky vive sul filo del rasoio, pronto ad esplodere. Abituato a far violenza solo a sè stesso, Polza finisce col rimanere sconvolto da quello che gli uomini riescono a farsi l'un l'altro.

blast2_01_emb8.jpg

Il disegno di Larcenet prosegue coerentemente a delineare i forti contrasti tra stato di grazia, bruttura umana e indifferente bellezza della natura. Le visioni sono colorati scarabocchi infantili, i ricordi sono colorati ad acquarello, le persone sono grottesche e sgradevoli mentre i paesaggi, le piante e gli animali sono trattati con un realismo ben diverso. Particolarmente intensi in questo senso sono l'incontro di Polza con un elefante e la nuotata in un lago interdetto.

Una storia misteriosa, emozionante, abrasiva e sgradevole ma necessaria, utile a prendere in esame il male di vivere e situazioni di violenza e degrado profondo. Attendiamo l'uscita dei prossimi (due?) volumi per vedere dove Larcenet ci vorrà portare, ma intanto questa parte del viaggio è più che sufficiente a mettere in moto il cervello e a far trattenere il respiro.

"Blast vol. 2 - L'apocalisse secondo San Jacky" è un volume brossurato in bianco e nero e a colori di 208 pagine. È pubblicato da Coconino Press - Fandango  che lo propone a 21 Euro.

Nota: tutte le immagini sono copyright di Manu Larcenet e Coconino Press - Fandango.

Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella stesura dell'articolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti