Mitt Romney e gli altri

A four more years freschi freschi, ecco il futuro delle star che hanno sostenuto Mitt Romney in campagna elettorale. Clint Eastwood, silurato dalla fervente obamiana Beyoncé per il remake di È nata una stella, ha ricevuto un secondo niet …Leggi tutto

Republicans-Conservatives-mitt-Romney-elezioni-usa-2012_h_partb.jpg

A four more years freschi freschi, ecco il futuro delle star che hanno sostenuto Mitt Romney in campagna elettorale.

Clint Eastwood, silurato dalla fervente obamiana Beyoncé per il remake di È nata una stella, ha ricevuto un secondo niet da Ikea sulla proposta di firmare una sedia (nomi papabili: Klint o Mittå). I mobili li fanno disegnare solo a quel liberal di Brad Pitt.

Lindsay Lohan pare avrà vita ancor più difficile a Hollywood. Potrebbe venire in Italia per un fiction sul costume nostrano: interpreterà Selvaggia Lucarelli, alla quale va sempre più assomigliando.

Jon Voight non sarà invitato al matrimonio della figlia Angelina Jolie.

Sylvester Stallone, Chuck Norris, Erik Estrada e Lorenzo Lamas gireranno un remake di The Avengers direttamente per il mercato dell’home video. Andy Garcia, contattato dai produttori per il pubblico degli esuli cubani, è ancora in trattative per il ruolo.

Nicki Minaj, che un featuring non lo nega a nessuno, il prossimo anno avrà giusto una collaborazione nel nuovo album di Michele Apicella.

Cindy Crawford è già finita nella blacklist di Villa Oleandra.

E Romney? Pare stia per lanciare, insieme a Pippa Middleton, una linea di prodotti di cartoleria, pezzo forte i raccoglitori. Il nome? Mitt the Fockers, parafrasando quel film là.

© Riproduzione Riservata

Commenti