news

Repressione in Sudan, decine di morti e feriti a Khartoum

All’alba centinaia di militari hanno attaccato il sit-in dei manifestanti nel centro della capitale sudanese. I soldati hanno lanciato lacrimogeni e cercato di spazzare vie barricate e tende. Poi hanno sparato proiettili di gomme e anche veri. Secondo il Central Committee of Sudanese Doctors, una delle associazioni che hanno dato vita al movimento di protesta, ci sono almeno 12 morti e molti feriti. Gli attivisti hanno lanciato appelli alla popolazione, perché scenda nelle strade. Ma la giunta militare che ha sostituito l’ex presidente Omar al-Bashir, ora agli arresti, sembra intenzionata a sbarazzarsi dei dimostranti, così come fece il presidente egiziano Abdel Fatah al-Sisi nell’agosto del 2013 in piazza Rabia, quando stroncò la protesta dei Fratelli musulmani.
Ti potrebbe piacere anche