SOS Sesso, la web serie sui tabù erotici degli italiani

Debutta on line il 27 giugno una fiction che vuole ridere di vizi e fantasie sessuali

Immagine estratta dal trailer

Simona Santoni

-

Poca spesa, sicura diffusione, maggiore libertà espressiva: le web serie stanno iniziando a diffondersi anche in Italia. 

Rispetto alla tv devono imbattersi in meno vincoli e porte chiuse. Anche se certo, il giro di denari è diverso. 

Sull'onda di questa nuova tendenza, dopo The last days scritta e diretta da Matteo Costa con Matteo Branciamore, Una mamma imperfetta scritta da Ivan Cotroneo, LSB the series sul poco noto mondo dell'omosessualità femminile, il 27 giugno debutta su Youtube SOS Sesso, fiction on line che ironizza sui tabù e le stravaganze sessuali degli italiani.

Sarà in rete - su Accademia Artisti Channel  - con 16 episodi di circa 3 minuti, alla regia di Elisabetta Marchetti.

Protagonista è un intraprendente psicoterapeuta interpretato da Massimo Wertmuller, che dispensa consigli e terapie risolutive a una carrellata di personaggi tutti presi da strane e curiose ossessioni sessuali. Dal marito guardone alla moglie con una sfrenata fantasia erotica, dalla signora ninfomane all'avvocato sadomasochista, dalla donna sesso dipendente al marito bisex, tutti in terapia per liberarsi dai tabù e vivere la propria sessualità liberamente.

Le sedute si svolgono sia in gruppo che singolarmente, mentre vizi e fantasie erotiche degli italiani vengono usati con l'intento di strappare risate allo spettatore.

Prodotta da Rita Statte e Accademia Artisti, ha nel cast anche Michela Andreozzi, Gabriele Pignotta, Giuseppe Gandini, Anna Ferruzzo, Rossella Mattioli.

Ecco il trailer:

 
© Riproduzione Riservata

Commenti