Serie TV

Le tre rose di Eva 4: le anticipazioni della quinta puntata

Le sorelle Taviani protagoniste di un epico scontro nel nuovo episodio, in onda giovedì 30 novembre, su Canale 5. Tutto su Le tre rose di Eva 4

Le tre Rose di Eva 4 Karin Proia (Marzia Taviani), Anna Safroncik (Aurora Taviani) e Giorgia Wurth (Tessa Taviani)

Francesco Canino

-

È impastata di colpi di scena e svolta inattese la trama de Le tre rose di Eva 4, che giovedì 30 novembre arriva al giro di boa della quarta serie, con la quinta attesissima puntata. Al centro dell'episodio c'è come sempre Aurora Taviani, interpretata da Anna Safroncik, che dovrà affrontare i suoi sentimenti per Fabio e il turbamento della sorella Tessa, che ha appena perso il figlio che aspettava da Alessandro.

Le tre rose di Eva 4, le anticipazioni della quinta puntata

Aurora (Anna Safroncik) è in una fase delicata della sua vita: mentre si allontana da Alessandro Monforte (Roberto Farnesi), inizia a vedere in Fabio Astori (Fabio Fulco) un uomo sensibile e cede al suo corteggiamento. La protagonista de Le tre rose di Eva 4 ignora però la pericolosità del progetto che proprio Fabio, insieme ai soci milanesi, vuole realizzare a Villalba. Alessandro si trova costretto ad allontanarsi da lei ma prima, in un atto d'amore estremo e irrazionale, sfida Fabio in una sorta di duello da cui Astori si sottrae per amore di se stesso e di Aurora.


 

Il dramma di Tessa e le nozze di Edoardo

Tessa Taviani (Giorgia Wurth) deve ancora superare il dolore per la perdita del bambino che aspettava da Alessandro, ma viene investita da un nuovo dolore quando scopre che le sorelle le hanno tenuto nascosti dei segreti che le riguardano. La delusione è talmente forte che la costringe a chiudere i ponti con entrambe. 

Gli unici decisi a godersi la propria felicità, a discapito dell'ostilità di entrambe le famiglie, sembrano essere Fiamma Astori (Gloria Radulescu) e Edoardo Monforte (Luca Capuano), ma anche il loro matrimonio, purtroppo, si tingerà inaspettatamente di rosso.

Per saperne di più: 


© Riproduzione Riservata

Commenti