Homecoming

Homecoming, la serie Tv con Julia Roberts

10 epidosi per una serie thriller mozzafiato tra psiche e militari con disturbi post traumatici

Homecoming serie Tv

Julia Roberts, star di primo piano del grande schermo, è la protagonista assoluta di Homecoming, serie thriller di cui è anche produttrice esecutiva. Alla regia c’è Sam Esmail (creatore di Mr. Robot) e nei dieci episodi, di circa mezz’ora, la diva cinquantaduenne interpreta la psicologa Heidi Bergman, figura centrale di Homecoming, struttura privata situata in qualche parte ignota della Florida e adibita al reinserimento dei militari tornati dal servizio che soffrono di disturbi post-traumatici.

Homecoming ha una genesi peculiare: la serie creata da Eli Horowitz e Micah Bloomberg si basa sul loro omonimo podcast. Ad affiancare la Roberts nel cast ci sono Bobby Cannavale (Vynil), il suo ambiguo supervisore, e Sissy Spacek (sua madre). Piacerà a chi ama i thriller psicologici e i cambi di registro (tocca due distinti archi temporali che si differenziano per stile): definito dalla critica «hitchcockiano» per i tasselli di un puzzle apparentemente impossibile che lo spettatore è invitato (costretto?) a comporre. «Frammentata e magnetica» per il New York Times, ha il punto di forza nel minimalismo.

«Less is very much more» scrivono gli americani, aggiungendo che «c’è la paranoia, il senso di minaccia, le invenzioni visive, i colpi di scena, e c’è il vantaggio di un unico regista per tutti gli episodi, il talentuoso Esmail».

© Riproduzione Riservata

Commenti