Sport

Le wags della World Superbike

Un giro nel paddock del Mondiale delle derivate, alla scoperta delle più affascinanti mogli e fidanzate dei piloti. Con qualche curiosità sui loro uomini

Belle, intelligenti, vivaci e grintose, le wags del MondialeSuperbike non hanno nulla da invidiare alle compagne più celebri dei calciatori. E, senza dubbio, sono molto più simpatiche. "Mio marito è una frana con l'abbigliamento: coordina colori assurdi. Però è un padre e un marito eccezionale" sostiene una; "Il mio ragazzo mi fa divertire come nessuno ma poi mi sfinisce con l'ordine e la pulizia" replica un'altra. Scopriamo virtù e vizi dei rider.

Dario Aio

Olivia Stringer, moglie di Leon Haslam (Pata Honda World Superbike)

Cosa l’ha conquistata di Leon?
Tutto, da subito. Forse perché era completamente diverso dai miei fidanzati precedenti: più vecchi di me, alti e molto estroversi.
Suo marito è scaramantico, quando lo attende una gara?
No. Non crede nella fortuna, tantomeno nella sfortuna.
Tre pregi di Leon?
È calmo, è un padre fantastico e da metà agosto sono sicura che diventerà ancora più bravo, nascerà il nostro secondo figlio - il sesso sarà una sorpresa - e uno sportivo eccezionale: riesce bene in qualsiasi disciplina. Al primo tentativo.
E tre difetti?
Disordinato, in casa lascia tracce ovunque passi, cassetti aperti, sportelli spalancati; pessimo ballerino e cantante nonostante lui crede di essere un talento raro, e troppo riservato: per capire cosa prova, bisogna insistere, non lascia trapelare nulla.
Come se la cava Leon con le faccende domestiche?
Peggio di lui non c’è nessuno. Non sa nemmeno dove si trova la lavatrice!
Il regalo più bello che il suo compagno le ha fatto?
Il Dvd con le foto di nostra figlia Ava May (nata a dicembre 2011, ndr), in occasione della festa della mamma, l’anno scorso. Un pensiero dolcissimo che mi commuove ancora.

I più letti