Italiani in campo: Sansone e Paloschi, che domenica!
ANSA/ELISABETTA BARACCHI
Italiani in campo: Sansone e Paloschi, che domenica!
Sport

Italiani in campo: Sansone e Paloschi, che domenica!

Cinici e spietati. I due bomber made in Italy fanno felici Sassuolo e Chievo. Ecco la Top 11 in azzurro della 27a giornata della Serie A

La Top 11 della 27a giornata di campionato

Antonio Conte, commissario tecnico della Nazionale italiana, prenda carta e penna. Nella lista che segue elenchiamo i migliori giocatori di casa nostra nell'ultima giornata di campionato. Con i soliti noti Pasqual, Parolo, Viviano e De Silvestri, anche piacevoli (ri)scoperte come Meggiorini, Paloschi, Paletta e Pinzi. E' tempo di convocazioni. Il c.t. dell'Italia che vuole tornare grande chi premierà questa volta?

Emiliano Viviano sampdoria

Tullio M. Puglia/Getty Images

Come Hulk in una delle sue tante avventure in compagnia dei colleghi supereroi: da qui non si passa. Ci provano Totti, Gervinho, Pjanic, Torosidis. Nemmeno con le fucilate. E quando non arriva lui, c'è Palombo. Straripante.

Lorenzo De Silvestri

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

La serata che non dimenticherà mai. Cresciuto nel vivaio della Lazio, indovina una gara monumentale contro i cugini della Roma, infilando un gol da attaccante vero e chiudendo tutti gli spifferi davanti a Viviano. Matador. 

Gabriel Paletta

ANSA / MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Proprio così. In una delle tante giornate di dolore del diavolo rossonero, l'ex azzurro silurato e affondato in Brasile rialza la testa e mette alla porta come può gli avanti in maglia viola. La fiammella di speranza in un oceano di delusioni. 

Manuel Pasqual

ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images

Terzino, oppure centrocampista. La fascia sinistra è il suo territorio di caccia, da predare e controllare con un misto gustosissimo di cross dal fondo, equilibrismo tattico e piglio da lottatore. Il Milan si distrae e lui non perdona. 

Riccardo Meggiorini

ANSA/ PAOLO ZEGGIO

Se Paloschi raccoglie, lui semina. Correndo come una lepre da una parte all'altra del campo e recapitando al suo compagno di reparto due assist col bacio, da trasformare in rete senza grandi fatiche. Mai stato un bomber, fa benissimo il suo mestiere: l'incursore. 

Marco Parolo

MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images

Gira come una trottola ormai da qualche settimana, il trentenne di Gallarate. Gira a Felipe Anderson il gol del vantaggio laziale e abbina senza soluzione di continuità quantità e qualità, fantasia e sostanza. Il Toro non riesce ad arginarlo e crolla.

Angelo Palombo

Gabriele Maltinti/Getty Images

Se due indizi fanno una prova, tre archiviano il caso. Nella tana della Roma, l'angelo in blucerchiato sovrasta la metà campo con il coltello tra i denti, abile a chiudere gli spazi e a suggerire le ripartenze. Nel mezzo, quel gol salvato sulla linea che avrebbe potuto stravolgere l'inerzia della partita. Salvatore. 

Giampiero Pinzi

ANSA/PAOLO MAGNI

Sradica palloni dai piedi degli avversari con un'intensità mista a efficacia da far tornare in mente i grandi mediani del pallone tricolore. Frangiflutti sopraffino, spegne sul nascere le azioni dell'Atalanta con una determinazione disarmante. The rock. 

Simone Missiroli

ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Centrocampista di quantità, rifinitore, ala sinistra. Dai piedi dell'ex faro di Reggio Calabria spuntano come fiori soluzioni pronte all'uso, belle da vedere e bellissime da concretizzare. Segna il gol del 4-1 contro un Parma ormai battuto, ma è soltanto un dettaglio in una gara colma di buone cose. 

Alberto Paloschi

ANSA/ PAOLO ZEGGIO

Non segnava dal 21 dicembre, da quando stese l'Hellas (pure se in fuorigioco) con un gol che risolse il derby di Verona. Nella Genova rossoblù è un tornado. Tira come un forsennato e costringe Perin a fare gli straordinari. Due gol due, con il secondo che fa giurisprudenza. Applausi. 

Nicola Sansone

ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Sansone batte Parma 4-1. L'ex promessa del Bayern Monaco sale in cattedra e spiega a Reggio Emilia un paio di segreti per diventare un grande attaccante. Trafigge due volte due Mirante, guadagna il tiro dal dischetto che chiude di fatto la partita e non contento spedisce in gol pure Missiroli. Zaza? Quattro gradini più in basso.

La panchina (lunga)

Luca Toni ANSA/ GIUSEPPE ZANARDILLI

Portieri: Leali, Bizzarri, Benussi, Marchetti, Padelli

Difensori: Cherubin, Rispoli, Pisano, Romagnoli

Centrocampisti: Crisetig, Vecino, Marchisio

Attaccanti: Sau, Gabbiadini, Berardi, Toni

Ti potrebbe piacere anche

I più letti