Taylor Townsend, il nuovo fenomeno (ma deve dimagrire)
Matthew Stockman/Getty Images
Taylor Townsend, il nuovo fenomeno (ma deve dimagrire)
Sport

Taylor Townsend, il nuovo fenomeno (ma deve dimagrire)

Jacopo Lo Monaco, voce di Europsort per il Roland Garros, ci racconta la nuova stella del tennis rosa - La fotogallery

"Certo, non è XL, è una XXL, ma le ha guardato i piedi?". Il torneo del Roland Garros è quasi a metà del suo percorso ma ha già eletto il suo fenomeno. Il suo nome è Taylor Townsend, americana, 18 anni, colpi aggressivi. Detto così non sembra nulla di nuovo nel circuito, ma basta vederla anche solo in fotografia per capire che no, Taylor è proprio diversa da tutte le altre. Queste infatti sono le sue misure: 168 cm di altezza per 80 kg di peso. Sissignori, tutto tranne che un fisico d'atleta che impressiona soprattutto perché dall'altra parte della rete si trova davanti dei veri e propri scriccioli. Malgrado tutto vince, e vince alla grande...

"Merito dei suoi piedi che sono davvero rapidissimi - ci spiega Jacopo Lo Monaco, voce di Eurosport che sta trasmettendo il secondo torneo dello slam - e sembra quasi impossibile che possa essere così rapida malgrado quel peso che si deve portare in giro per il campo. E che è superiore agli 80 kg dichiarati... Ma non solo. Taylor ha una dote innata, riesce a leggere il gioco prima degli altri. Quando colpisce la palla sa già cosa succederà non il colpo dopo ma due, tre. Ha una visione incredibile che le permette quindi di muoversi al meglio e quasi in anticipo rispetto alle sue avversarie..."

Ma dove può arrivare?

"In alto, molto in alto. Ha la visione di gioco, la mobilità ed anche i colpi sono ottimi, molto pesanti. Deve solo trovare un buon nutrizionista o qualcuno che riesca a tenerla lontana dal cibo, anche di notte..."

Il torneo intanto sta andando avanti. Cosa ci ha detto questa settimana?

"E' stato finora il torneo delle grosse sorprese, soprattutto tra le donne. L'eliminazione di Serena Williams e della Li era impensabile, è qualcosa di storico. Serena non ha trovato i colpi. E' stata poi sfavorita dal campo pesante e dal freddo che hanno rallentato la potenza della sua palla. Lo si è visto subito; non sapeva cosa fare, non capiva come mai non riuscisse a sfondare come fa normalmente. Ed ha cominciato a sbagliare. Poi ha cambiato tattica, cercando di buttare dall'altra parte della rete una palla meno aggressiva e meno vincente, ma la sua avversaria non ha avuto paura, anzi. Ne ha approfittato guadagnando campo ed angoli e la partita è finita. Strano perché a Roma Serena sembrava in palla, inarrestabile. La Li invece ha giocate davvero male, in maniera imbarazzante".

Noi abbiamo perso la Pennetta...

"Flavia ha perso un'occasione. Durante il suo match è parso chiaro che non era nella sua migliore giornata ma era convinta di riuscire a vincerla comunque. Quando poi si è trovata sotto nel punteggio è andata un po' in confusione ed ha perso. Anche per lei il campo lento ed il freddo sono stati due problemi seri".

La Errani e Seppi invece avanzano al terzo turno

"Sara ha faticato molto nel primo match, oggi decisamente meglio. Seppi è stato invece molto bravo con Monaco, che è si in crisi ma sconfiggerlo 3 set a 0 non è certo facile. Purtroppo però ora il tabellone lo consegna a David Ferrer. A meno di miracoli è una strada senza uscita. Speriamo bene anche in Fognini che ha un tabellone migliore..."

Ti potrebbe piacere anche

I più letti