marquez
MotoGP

MotoGp, Gp Aragon: Marquez batte Rossi e ipoteca il mondiale

Il pilota Honda vince la quarta gara della stagione e aumenta il suo vantaggio in classifica sul Dottore. Serviva un miracolo, non c'è stato

Lo diceva il Valentino nazionale al termine del valzer delle qualifiche: "Battere Marquez? In questo momento ci vorrebbe un miracolo". Sì, perché al Motorland di Aragon lo spagnolo della Honda si diverte a fare l'extraterrestre. E dopo aver messo tutti in fila nei giri del sabato, si ripete in gara, pur commettendo un paio di passaggi a vuoto che avrebbero potuto togliere il sorriso a chiunque. Prima al semaforo verde, quando il leader della classifica mondiale si fa infilare dalla coppia Vinales-Lorenzo, poi un paio di giri più tardi, quando va per margherite regalando quattro posizioni ai suoi avversari.

Rossi c'era e si è visto. Tanto che ha guidato la corsa per alcuni giri, con il solito impeto da fuoriclasse senza tempo. Fino alla rincorsa da lupo affamato di Marquez, che lo sorpassa a 12 turni dal traguardo in un cambio di direzione e saluta tutti. Il Dottore si fa fallibile e perde il confronto anche con il compagno di squadra Lorenzo, che torna a fare la voce grossa dopo 7 gran premi di tira e molla. Marquez sale sul gradino più alto del podio e porta il suo vantaggio in classifica su Valentino di 9 punti. I numeri, diceva il prof di Tavullia, non mentono mai. E i numeri oggi dicono che a quattro gare dal termine della stagione la distanza in classifica tra Marquez e Rossi è di 52 punti sui 100 disponibili da qui al bye bye di Valencia. Serviva un miracolo per mescolare le carte del titolo iridato: non c'è stato. Le Ducati? Non pervenute.

La classifica finale del Gp di Aragon
(prime 12 posizioni)
1° Marquez, 2° Lorenzo, 3° Rossi, 4° Vinales, 5° Crutchlow, 6° Pedrosa, 7° A. Espargaro, 8° P. Espargaro, 9° Bautista, 10° Bradl, 11° Dovizioso, 12° Pirro.

La classifica generale del campionato
(prime 10 posizioni)
1° Marquez, 248 punti; 2° Rossi, 196; 3° Lorenzo, 182; 4° Pedrosa, 155; 5° Vinales, 149; 6° Crutchlow, 105; 7° Dovizioso, 104; 8° Iannone e P. Espargaro, 96; 10° Barbera, 84.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti