Sport

Juve, via Giovinco e niente Nani

L'eliminazione dalla Champions League cambia le strategie di Marotta: la 'formica atomica' a Parma al posto di Cassano

Sebastian Giovinco – Credits: Getty Images Sport

I destini della Juventus e di Antonio Cassano tornano ad incrociarsi. Nel 2001 solo un'offerta shock di Franco Sensi, all'epoca presidente romanista, soffiò il fantasista di Bari Vecchia ai bianconeri. Qualche anno fa l'approdo dell'attuale numero novantanove del Parma era cosa fatta, prima che alcune perplessità di spogliatoio posero in discussione l'approdo alla Vecchia Signora di FantAntonio, nonostante l'intesa di massima trovata dall'allora diesse Alessio Secco.

Cassano oggi sogna e spinge per il ritorno alla Sampdoria e come vi abbiamo anticipato qualche settimana fa (http://sport.panorama.it/calciomercato/Cassano_torna_Sampdoria-Parma ), per questo Tommaso Ghirardi è tornato a pensare a un suo vecchio pupillo: Sebastian Giovinco. Al momento non ci sono ancora stati contatti ufficiali fra le parti: Giovinco non vorrebbe lasciare i bianconeri, ma al momento non è ritenuto incedibile dal club di Corso Galieo Ferraris e dinanzi ad una proposta concreta Marotta e Paratici si siederebbero al tavolo delle trattative. Da Vinovo un attaccante potrebbe essere in uscita e per Mirko Vucinic - al di là di numerosi pour parler - non sono giunte proposte.

Il Parma potrebbe così tornare alla carica a inizio gennaio per la "Formica Atomica", indipendentemente dagli scenari riguardanti Jonathan Biabiany. L'uscita dalla Champions League nella fase a gironi ha mutato le strategie mercantili della Juve. Pertanto non arriverà a Torino l'ala portoghese Nani. Il folletto del Manchester United non ha convinto pienamente nelle gare in cui è stato osservato ed inoltre ha una quotazione elevata (10-12 mln di euro), ai quali bisogna sommare l'ingaggio annuale faraonico (5 mln) e lontano dagli attuali parametri del nostro calcio. Chi invece approderà allo United è il giovane bulgaro Stefen Velkov, associato più volte alla Juventus ma mai realmente trattato dal club bianconero. Infatti il difensore classe '96 ha un rene solo e in Italia non avrebbe l'idoneità per giocare, cosa invece consentita Oltremanica.

© Riproduzione Riservata

Commenti