Euro 2016, il giorno del sorteggio. Ecco cosa rischia l'Italia
Getty Images Sport
Euro 2016, il giorno del sorteggio. Ecco cosa rischia l'Italia
Sport

Euro 2016, il giorno del sorteggio. Ecco cosa rischia l'Italia

Azzurri nella seconda urna col timore di un girone di ferro (ma anche la speranza che vada bene)

E' il giorno della verità, quello in cui l'Italia di Conte conoscerà gli avversari del girone eliminatorio dell'Europeo di Francia che la prossima estate terrà viva l'attenzione degli appassionati di calcio. Quattro urne e quattro fasce, gli azzurri sono nella seconda. Il rischio è pescare un girone di ferro, ma con un pizzico di buona sorte si potrebbe anche festeggiare.

E' un Europeo da record, nel senso che mai la Uefa aveva organizzato la fase finale della sua manifestazione di riferimento con 24 nazionali: una rivoluzione voluta da Platini per rendere più ricco il piatto a disposizione delle televisioni e più semplice l'accesso di realtà non ancora cosolidate al palcoscenico più importante. Il risultato è stato raggiunto perché, oltre a qualche defezione a sorpresa (Olanda e Bosnia) c'è anche la bella sorpresa delle outsider qualificate: Irlanda del Nord, Ungheria e Albania su tutte.

Il 12 dicembre a Parigi il sorteggio dei gironi

L'appuntamento con la buona sorte è fissato per le ore 18 a Parigi. Le 24 nazionali iscritte sono divise in 4 urne a seconda del loro posizionamento nel ranking Uefa (non quello per nazionali). La Francia è di diritto nella fascia più alta, anche se non ne avrebbe avuta ragione seguendo la classifica che si è formata mettendo insieme i risultati delle ultime quattro stagioni, amichevoli incluse.

L'Italia parte dalla seconda urna, penalizzata proprio dal ko nel test dei mesi scorsi contro il Portogallo. Il Belgio ci ha sopravanzato di un nulla: 34,442 di coefficiente contro il 34,345 degli azzurri. Bisogna incrociare le dita e sperare che non si ripeta il pessimo sorteggio dei gruppi di qualificazione al Mondiale di Russia 2018 dove siamo stati accoppiati alla Spagna e dobbiamo stare attenti anche ad Albania e Macedonia.

Fascia 1 - Ci sono tutte le big

La prima fascia è quella dove sono concentrate le migliori nazionali iscritte ad Euro 2016. Impossibile o quasi pescare bene, ma c'è differenza tra Spagna e Germania, che oggi sono le migliori nazionali, e Portogallo o Inghilterra. Attenzione al Belgio che comanda il ranking Fifa per nazionali e che a Bruxelles ci ha dimostrato di essere ancora superiore alla squadra di Conte.

Germania *******

Spagna ******

Francia *****

Belgio *****

Portogallo ****

Inghilterra ****

Fascia 2 - L'urna dell'Italia e delle outsider

Nella seconda fascia, insieme agli azzurri di Antonio Conte, ci sono le outsider dell'Europeo. Nessuna favorita per la vittoria finale (nemmeno l'Italia), ma un gruppo di squadre temibili e che renderà difficile la vita alle grandi. C'è la Russia che dopo il licenziamento di Capello ha ripreso a correre, la Svizzera, ormai habituè nelle manifestazioni che contano, la rivelazione Austria e i croati usciti dal nostro girone in rimonta.

Italia ****

Russia ***

Svizzera ***

Austria **

Croazia ***

Ucraina **

Fascia 3 - L'incubo Polonia per gli azzurri

La terza fascia è il vero ago della bilancia per Euro 2016. Chi pesca male qui rischian un gruppo infernale. La nazionale da evitare accuratamente è la Polonia di Lewandowski, macchina da gol nel Bayern e quando gioca per il suo Paese. C'è la Svezia di Ibrahimovic, all'ultimo grande appuntamento della sua carriera, e la Repubblica Ceca. Può, però, anche andare benissimo...

Polonia ***

Repubblica Ceca ***

Svezia ***

Slovacchia **

Romania **

Ungheria *

Fascia 4 - Il Galles di Bale e l'Albania del nostro De Biasi

Nell'ultima urna andranno le meno forti del lotto e quelle destinate, secondo pronostico, a recitare il ruolo di comprimarie. Non è detto che sia così, ma sulla carta i rischi sono contenuti anche se ci sono il Galles di Bale e l'Albania rivelazione di Gianni De Biasi, protagonista di una storica qualificazione. Occhio anche all'Islanda e alla Turchia, cui è servito un gol all'ultimo respiro per sovvertire un verdetto che portava all'eliminazione. 

Albania **

Galles **

Islanda **

Turchia **

Irlanda *

Irlanda del Nord *

Il regolamento di Euro 2016

Una volta in Francia, il regolamento prevede che alla fase ad eliminazione diretta si qualifichino le prime due squadre di ciascun girone e le 4 migliori terze. In tutto 16 nazionali che andranno a comporre gli ottavi di finale a gara secca. Fondamentale, dunque, evitare non solo una big assoluta dall'urna delle migliori (quasi impossibile), ma soprattutto di non finire insieme a un virtuale testa di serie confinata in terza fascia.

Quali? Sicuramente la Polonia di Lewandowski, ma anche la Repubblica Ceca è temibile e renderebbe il girone un vero inferno. Lo stesso vale per la quarta e ultima fascia dove bisogna stare attenti al Galles di Bale e all'Albania di De Biasi. Provando a sintetizzare, ecco cosa l'Italia deve sperare di evitare o ottenere dall'urna di Parigi:

GIRONE DI FERRO: Spagna (o Germania), Italia, Polonia, Galles

GIRONE SEMPLICE: Inghilterra, Ungheria, Irlanda del Nord

Clicca qui per scoprire le 5 esordienti a Euro 2016.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti