>>>ANSA/BOTTA UEFA A TAVECCHIO,STOP 6 MESI COMMISSIONI E NO CONGRESSO
Calcio

Il rilancio di Tavecchio: "Conte? Se vuole rinnova. E sulle riforme..."

Il numero uno del calcio italiano alla vigilia della stagione dell'Europeo bacchetta i club: "Ultima stagione senza regole"

E' la vigilia della stagione che porta agli Europei di Francia, importanti per il calcio italiano che deve rialzarsi dalla brutta figura in terra di Brasile e che ha davanti a sé la prospettiva di una corsa tutta in salita verso il Mondiale in Russia del 2018. Stagione spartiacque per tanti: o di qua o di là con relative tensioni latenti pronte ad esplodere. Qualcosa si è già visto nell'estate delle grandi spese e degli investimenti che hanno fatto storcere il naso a chi ha provato a tenere il bilancio in equilibrio. Lo stesso Tavecchio ha parlato di difficoltà a comprendere alcune strategie e alla vigilia rincara la dose: "Tanti club hanno speso moltissimo, questa è l'ultima stagione senza regole chiare amministrative. L'anno prossimo vedremo chi sarà pronto e in regola. Chi non lo sarà, dovrà evitare acquisti ed altri investimenti".

Una stoccata dura, completata dalla considerazione che il "sistema sportivo non può più permettersi persone che vivono di e con questo sistema. Chi entra dentro deve avere le garanzie per starci". Riferimento diretto al caso Parma che giusto un anno fa stava per esplodere.

Poi il tema della Nazionale e il rapporto con Antonio Conte: "E' uno dei migliori tecnici che abbia conosciuto, quindi l'Italia ha il massimo. Sono pronto a rinnovargli il contratto se me lo chiede e, ovviamente, alle condizioni della Puma. Il processo che lo attende? Noi siamo un Paese di garanzia e il rinvio a giudizio non è una condanna".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti