Calcio

La Juventus no limits sul mercato: anche le riserve da Champions

Da Buffon a Douglas Costa passando per Bonucci, Bernardeschi e Ramsey: quando arriverebbe la Juve B in campionato?

juventus riserve mercato

Giovanni Capuano

-

Premessa: siamo a metà luglio e prima della fine del mercato la Juventus acquisterà ancora e cedere pure, perché i conti devono tornare e perché le regole Uefa impongono una cura dimagrante anche per la rosa da iscrivere alla prossima Champions League. Dunque, quella di oggi è una sensazione corroborata dalle prime settimane di trattativa e colpi, ma non ancora la fotografia finale da mandare alle stampe.

Sottolineato questo, però, la verità è che Agnelli-Paratici-Nedved stanno costruendo una Juve formidabile che ricorda da vicino il Milan degli anni d'oro di Silvio Berlusconi, quando spesso c'era l'idea che sarebbero bastate anche le riserve per vincere il campionato italiano e non sfigurare in Europa. Ora i bianconeri hanno allestito una rosa praticamente doppia in ogni ruolo, con ricambi di qualità assoluta che altrove sarebbero titolari.

Una Juve B che si qualificherebbe senza grandi difficoltà alla prossima Champions League. E' vero che Napoli e Inter si stanno attrezzando per cercare addirittura di avvicinare la dominatrice delle ultime stagioni, ma paragonando gli undici titolari 'B' con le squadre in costruzione da parte di Milan, Roma, Lazio e Atalanta il confronto è possibile e in questo momento vincente.

juventus riserve mercato

– Credits: ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Ecco la Juventus delle 'riserve'

Esagerazione? Non proprio. Eccola (sempre a metà luglio e tenendo a mente la premessa iniziale) la Juventus delle cosiddette riserve che Sarri potrebbe mattere in campo in campionato.

Buffon in porta perchè le gerarchie con Szczsny sono state messe in chiaro dalla società e dai diretti interessati. E' vero che Gigi è sul viale del tramonto, ma stiamo pur sempre parlando di un portiere che l'anno scorso ha vinto la Ligue1 e fatto la Champions League a Parigi.

La difesa avrebbe due centrali a scelta tra Rugani, Demiral e soprattutto Bonucci che preferiamo a Chiellini (inserito tra i titolari) perchè sulla carta la coppia prescelta per la partita della vita sarebbe formata dal capitano e da De Ligt. Gli esterni? Avendo ancora a disposizione Cancelo ed Alex Sandro - uno dei due partirà con il portoghese favorito - ecco Cuadrado da adattare a destra basso e De Sciglio, un nazionale, schierato a sinistra.

A centrocampo arriva il meglio. Considerando le difficoltà di recupero da infortunio di Ramsey lo mettiamo temporaneamente nella Juve B lasciando ad Emre Can la maglia da titolare. Ma le posizioni si possono invertire. Il reparto è completato da Bentancur e Matuidi che ha perso la titolarità con l'arrivo di Rabiot. Non male come reparto se calato nella realtà italiana.

Davanti ci sono oggi due certezze e un'incognita: Bernardeschi, che a tratti un anno fa è stato tra i migliori, non parte con la certezza della maglia da parte di Sarri e lo stesso vale per Douglas Costa reduce, però, da una stagione non positiva. Centravanti Moise Kean col suo carico di gol e talento, oppure Higuain che fino a prova contraria è a disposizione dell'ex tecnico del Napoli.

Il mercato che può cambiare l'attacco

Avvertenza numero due: soprattutto l'attacco non sarà così a fine mercato: il Pipita deve essere ceduto, Kean è una rosa con anche delle spine per Paratici causa data di scadenza del contratto e in lista d'attesa ci sono Icardi e Chiesa. Che potrebbero anche scalare nella Juve A, ma a quel punto farebbero retrocedere tra le riserve qualcuno tra Dybala e Madzukic.

E' un giochino estivo e, dunque, va valutato senza prendesi troppo sul serio. Però è la conferma che l'offensiva per arrivare alla Champions League e prolungare il dominio sul calcio italiano non è finita e che la sfida di Napoli e Inter è stata raccolta. Si può dire che le inseguitrici stiano riducendo il gap? Sulla carta no, poi c'è il campo e la sensazione che la seconda stagione di Ancelotti e la scossa Conte siano fattori da non sottovalutare.

Di sicuro la Juve B tratteggiata si giocherebbe un posto nella prossima Champions League con buone chance di tenere fuori le altre pretendenti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

De Ligt super colpo Juventus: il secondo difensore più pagato di sempre

L'olandese in Italia a cifre da... Premier League. I bianconeri alzano l'asticella dopo Ronaldo in un mercato sempre più ricco e folle

Juventus, Inter, Milan e Fiorentina: ecco dove vedere le amichevoli 2019

L'estate della International Champions Cup 2019 in giro per il mondo. Diritti tv presi da Sportitalia (e trasmessi in chiaro e gratis)

Commenti