Calcio

Europei Under-21: Beffa azzurra, Italia - Svezia finisce 1-2

Azzurrini in vantaggio con Berardi e in superiorità numerica per un'ora. Decide un rigore di Ishak all'87°, espulso Sturaro

FBL-EURO-2015-U21-ITA-SWE

Matteo Politanò

-

Nella prima giornata del girone B nell'Europeo Under-21 l'Italia di Luigi Di Biagio rimedia una brutta sconfitta contro la Svezia nonostante la superiorità numerica per oltre un'ora. Gli azzurrini partono bene e al 27' vanno in vantaggio con Domenico Berardi su calcio di rigore causato da Milosevic che viene anche espulso. L'Italia cerca il secondo gol per chiudere la partita ma nel secondo tempo le gerarchie cambiano con una Svezia più viva che mai. Al 55' arriva il pareggio di John Guidetti lasciato solo in area e la superiorità numerica viene ristabilità all'80' con l'espulsione di Sturaro per fallo di reazione. La beffa finale arriva all'87' con Ishak che si procura un rigore netto e segna il gol del definitivo 2-1. Questa sera alle 20,45 si sfidano le altre due squadre del girone B, Inghilterra e Portogallo. L'Italia scenderà nuovamente in campo domenica 21 giugno alle 20,45 contro il Portogallo e mercoledì 24 giugno alle 20,45 contro l'Inghilterra. 

Europei Under 21 2015: calendario, risultati, dirette tv
 

Di Biagio manda in campo dal primo minuto il tridente con Battocchio, Belotti e Berardi mentre tra gli svedesi è stato decisivo John Guidetti, attaccante di proprietà del Manchester City più volte avvicinato ai club di serie A. "Non siamo stati bravi a chiuderla ed è andata così. Ora ci aspetta un percorso ancora più in salita ma ci siamo abituati" ha spiegato il ct azzurro. L'Italia nel primo tempo è più tecnica e veloce e con la corsa dei suoi attaccanti dà l'impressione di poter far male fin dai primi minuti. Il match si sblocca al 27' con Belotti che entra in area e viene atterrato da Milosevic: rigore (ed espulsione) che Berardi trasforma spiazzando il portiere. L'Italia attacca alla ricerca della seconda rete ma il primo tempo finisce con il vantaggio. La ripresa è invece una doccia fredda: gli uomini di Di Biagio arretrano e al 55' Guidetti può segnare da solo in mezzo all'area pareggiando a sorpresa il risultato. La nazionale guidata dal ct Ericson prova a forzare, aumenta il pressing e fa arretrare l'Italia; Di Biagio manda in campo Cataldi e Verdi ma nel finale non arriva la scossa bensì un cartellino rosso per un fallo di reazione di Sturaro. La doccia fredda porta la firma di Ishak che lanciato in porta salta Bardi e si procura un rigore netto poi trasformato. La prossima partita contro il Portogallo di domenica 21 giugno sarà già una match da dentro o fuori. 

© Riproduzione Riservata

Commenti