Calcio

Champions League: ecco quanto hanno guadagnato Juventus, Napoli, Roma e Inter

Il nuovo format garantisce 4 italiane nei gironi e incassi record. Per le nostre già 226 milioni a bilancio e con gli ottavi di finale...

inter napoli eliminate champions league

Giovanni Capuano

-

La Champions League più ricca di sempre sarà un affare comunque vada. Anche perdendo tutte le partite del girone e tornando a casa a dicembre. Con zero punti in classifica, ma con un ricco assegno in tasca. E' un paradosso, ma fotografa al meglio come la più importante manifestazione calcistica europea sia diventata una macchina da soldi.

Il nuovo format, che parte quest'anno garantendo alle Big-4 (Spagna, Inghilterra, Italia e Germania) la presenza di quattro squadre ai gironi senza il rischio di perdersi nei preliminari, ha moltiplicato diritti tv, ricavi e montepremi arrivando a sfiorare la quota 2 miliardi di euro (1,95). Ce ne sarà per tutti, a patto di essere dentro la lista delle 32 elette che da settembre correranno per arrivare alla finale del Wanda Metropolitano di Madrid in programma il 1° giugno 2019.

Le novità non sono solo nell'entry list, ma anche negli orari (due gare ogni turno alle 18,55 per raddoppiare le finestre di visibilità e ottimizzare gli introiti da diritti tv) e nella suddivisione del malloppo: meno peso al market pool televisivo, quel meccanismo che premia i club provenienti dai mercati tv più ricchi, più spazio ai risultati presenti e del recente passato con la creazione del Ranking decennale che può portare fino a 32 milioni di euro per chi sta in testa alla classifica.

Quanto guadagna la Juventus con la Champions League

La Juventus corre per arrivare a Madrid. L'acquisto di Cristiano Ronaldo, operazione commerciale che serve a proiettare i bianconeri tra le big d'Europa, ha ovviamente anche una ricaduta sportiva. Con CR7 il sogno-ossessione della Champions League fa meno paura dopo le due finali perse nel 2015 e 2017.

L'ottimo andamento dei bianconeri nelle ultime stagioni e il ruolo di campioni d'Italia, che garantisce qualche gettone in più nella suddivisione del market pool, consentono di stimare un incasso minimo da 78,870 milioni di euro

Alla cifra si arriva sommendo il bonus per la partecipazione al girone (15,250 milioni di euro per tutte e 32 le qualificate), il ranking storico (29,9 milioni frutto del 6° posto), la quota market pool minimo da 13,4 milioni e i risultati del campo.

Nelle prime 5 giornate la Juventus ha vinto 4 partite mettendo in cassa altri 10,8 milioni di euro. Il totale al momento è di 69,2. Col bonus qualificazione agli ottavi di finale (9,5 milioni di euro) il parziale sale a 78,8.

Quanto guadagnano Napoli, Roma e Inter

Considerando i risultati del campo ottenuti fin qui, il bilancio dei tre club sorride malgrado l'eliminazione di Napoli e Inter. Suning ha messo a bilancio 46,08 milioni di euro che ora potranno essere incrementati nella seconda fase dell'Europa League che è meno ricca rispetto alla Champions, ma che consente comunque un buon incasso.

Vincerla regala 8,5 milioni, ad esempio, e anche solo il passaggio di sedicesimi (1,1) e ottavi (1,5) può rendere meno amara la pillola dell'eliminazione per mano di Tottenham e Psv. I nerazzurri hanno anche contabilizzato tre maxi incassi a San Siro contro Barcellona (5,9), Tottenham e Psv per un totale di circa 13 milioni di euro dal botteghino. Anche così il ritorno nella coppa maggiore ne ha fruttati quasi 60.

Il Napoli si ferma a quota 47,55 milioni tra bonus, premi e market pool. Anche qui il rimpianto è grande perché superare l'ostacolo del girone ne avrebbe portati altri 9,5 facendo esplodere i conti, però adesso Ancelotti può giocarsi un'Europa League da protagonista differentemente da quanto accaduto nell'era Sarri.

Complessivamente le società italiane sono state beneficiate di oltre 225 milioni di euro perché bisogna conteggiare anche i 43,940 della Roma che è già sicura del passaggio del turno e quindi non ne prenderà meno di 53,440.

Anche per Roma e Juventus, le sopravvissute, va considerato l'effetto sul botteghino che soprattutto nella seconda fase garantisce incassi al rialzo perché propone sfide contro avversarie di primo livello. Nella passata stagione la Juventus ha guadagnato 7 milioni dai tre incassi contro Barcellona, Olympiacos e Sporting Lisbona mentre la Roma si è fermata poco sopra i 6 per Atletico Madrid, Chelsea e Qarabag. 

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Champions League: le squadre qualificate agli ottavi di finale

L'elenco delle prime e delle seconde, girone per girone, verso il sorteggio che determinerà la seconda fase della manifestazione

Champions League amara: Inter e Napoli eliminate

Troppi errori contro Psv e Liverpool, entrambe scivolano in Europa League che possono vincere, se solo ci provassero...

Commenti