Calcio

Brasile: la famiglia di Robinho per ore in ostaggio di un bandito

L'uomo è poi stato arrestato. Nel 2004 la madre del calciatore, impegnato in Copa America, era già stata rapita con pagamento di un riscatto

robinho_brasile

Redazione

-

Un rapinatore ha preso in ostaggio per alcune ore nella loro villa di San Vicente, sul litorale di San Paolo, cinque familiari dell'ex milanista Robinho, attualmente in forza al Santos e impegnato in Cile con la nazionale brasiliana in Coppa America. Dopo alcune ore, il bandito si è arreso alla polizia e i familiari del calciatore, tra cui la zia materna e suo marito, sono stati liberati: sono tutti in buone condizioni.

L'uomo, Isaque Ferreira Gomes, 27 anni, già ricercato per furto e rapina, è stato arrestato. Il bandito aveva una pistola calibro 38 e al momento dell'assalto indossava una felpa della nazionale italiana. Gli agenti hanno arrestato anche la fidanzata del rapinatore, Jacqueline Campos Nascimento, 21 anni, che faceva da palo fuori dalla villa.

Nel 2004, la madre di Robinho venne sequestrata nella zona Nord di San Paolo e rilasciata dopo oltre un mese dietro il pagamento di un riscatto.

(Fonte Ansa)

© Riproduzione Riservata

Commenti