Balotelli, campione (per sempre?) incompiuto

Anche in Brasile l'attaccante dimostra di non avere la testa da top-player. Facendo sorgere la fatidica domanda di mercato: chi vuole ancora scommettere su di lui?

Paolo Corio

-

"E adesso chi ce lo compera più?". Delusi come tutti gli italiani, i tifosi milanisti hanno un ulteriore motivo di rammarico: l'ennesima deludente e nervosa prestazione di Mario Balotelli, che dimostra ancora una volta di avere il fisico ma non la testa del vero fuoriclasse.

La partita di Super (?) Mario è infatti da subito una lotta di nervi con i difensori avversari, che per tradizione della "Celeste" non possono certo essere morbidi, men che meno in un match come questo. Pensiero di tutti, ma non del nostro centravanti, che si fa subito "tirare in mezzo" fino a rimediare già al 22° minuto l'ammonizione che gli costerebbe comunque la tribuna in caso di ottavi di finale... Dopo di che, come visto tante volte nel Milan versione 2013-2014, ecco quell'indolente passeggiare davanti ai difensori, senza mai cercare di recuperare un pallone o creare spazi per il povero Ciro Immobile, tanto volenteroso quanto lasciato a se stesso.

Un altro brutto film, insomma, che rende la scena degli Europei - con quel mostrare i muscoli ai tedeschi sconfitti - un episodio unico in una carriera da prima donna fuori dal campo, ma assai meno sul terreno verde. E quello sguardo amareggiato dopo il vantaggio dell'Uruguay ormai non basta più ad assolvere le carenze caratteriali di un ragazzo verso cui tanti hanno avuto pazienza (a partire dal dimissionario Cesare Prandelli), ma che non ha mai saputo o voluto ripagare tale sentimento secondo le migliori regole dello sport. Intendiamoci: il fallimento dell'Italia in Brasile non è e non può essere solo colpa sua (visto anche il goal all'Inghilterra), ma il Balotelli visto ai Mondiali non può essere considerato un top-player, con tutte le relative valutazioni di mercato. E con il rischio che alla fine divenga incedibile solo perché nessuno è disposto a pagarlo quei 30 milioni di un tempo...

© Riproduzione Riservata

Commenti