Basket

Playoff: inossidabile Ress, Venezia in semifinale con Reggio Emilia

L'ex-capitano di Siena spezza a favore della Reyer la dura serie contro Cantù, mentre la Grissin Bon supera Brindisi

reyer_cantu_ress

Paolo Corio

-

Istantanea n°1: Tomas Ress, 35 anni il prossimo agosto, tenuto in panchina nei primi 20 minuti perché fiaccato da un attacco di febbre, che si tuffa per rubare palla a Metta World Peace e lanciarla in avanti per una tripla di Goss. Istantanea n°2: Benjamin Ortner che continua a difendere e perforare il canestro avversario per 34 minuti quasi filati sul parquet e un tabellino da 14 punti, 4 rimbalzi e 2 recuperi. Istantanea n°3: ancora Tomas Ress che suggella una gara da 10 punti e 3 rimbalzi in soli 7 minuti con il tiro da tre che vale l'82-69 a 1'25" dalla sirena e spegne definitivamente le velleità di una Cantù trovatasi anche sul +8 nella terza frazione e comunque in partita fino a tre giri di lancetta dalla fine, ovvero fino all'espulsione che manda un poco incisivo Metta World Peace anzitempo negli spogliatoi e la sua squadra in rottura prolungata fino al conclusivo 88-73.

Peric nullo, Goss super
Insomma, c'è beffardamente tanta Siena (sino a ieri "nemica" acerrima dei brianzoli) nel successo che vale una storica semifinale per la Reyer Venezia. E poi, con Peric mai in partita perché condizionato dai falli (0 a referto in 11 minuti), ci sono un Phil Goss da 24 punti, 5 assist e 5 palloni recuperati, di nuovo letale per Cantù dopo esserlo stato con la maglia di Roma nei quarti playoff della scorsa stagione, e uno Stone da 17 punti (con un inusuale 4/6 da oltre l'arco), 8 rimbalzi e 6 assist, per un 33 di valutazione che lo promuove statisticamente Mvp dell'incontro. Dall'altra parte, invece, altra prova da top- scorer per Abass (15 punti) dopo il career-high (19) di gara-4, a conferma di un'ormai raggiunta maturità del giovane talento italiano.

Charlie Recalcati, coach da record
Barba alla Greg Popovich, Charlie Recalcati si gode così il 63° successo che lo rende il coach più vincente nella storia dei playoff italiani, con una tacca in più rispetto a Ettore Messina e con in arrivo una serie al meglio delle sette che vedrà la sua Umana opposta alla Grissin Bon Reggio Emilia, trascinata a un netto successo sull'Enel Brindisi (86-62) da un Darius Lavrinovic ancora una volta sugli scudi (15 punti per il centro lituano), ma anche da un Andrea Cinciarini saldo al timone (9 punti e 10 assist per il play) e da una prova collettiva che ha visto altri tre uomini in doppia cifra (Drake Diener 11, Polonara e Kaukenas 10). Coach Bucchi, al quale va il merito di aver portato sin qui l'Enel, ha invece 15 punti da Pullen e 13 da Mays, ma poco da tutti gli altri e soprattutto da una difesa che questa volta non riesce a contenere le alte (e a questo punto ambiziose) potenzialità offensive di Reggio.

Semifinali: palla a due da venerdì
Il calendario delle semifinali prevede ora il primo incontro tra EA7 Milano e Banco di Sardegna Sassari alle 20,45 di venerdì 29 maggio (con replica sempre al Forum alle 18.05 di domenica 31), mentre la prima sfida dall'altra parte del tabellone si giocherà a Venezia sabato 30 maggio (ore 21), con replica l'1 giugno (ore 20). Tutti gli incontri saranno trasmessi in diretta da RaiSport.

Reyer: i doppi playoff del presidente Brugnaro
© Riproduzione Riservata

Commenti