fognini_pennetta
Altri sport

Fognini-Pennetta: la coppia più vincente degli Internazionali

Entrambi in campo a Roma, condividono l'esperienza del torneo con un affiatamento ormai rodato. E con situazioni tra il tennis e la sit-com

Mentre lui, al calar delle tenebre, iniziava a giocava sul centrale contro Steve Johnson, lei lo tradiva sul Pietrangeli per un'esibizione benefica di doppio in coppia con il calciatore della Roma Nainggolan. Ma non è da questi particolari che si giudica un grande amore. I "Pennini", o i "Fognetta" che dir si voglia, sono in gran forma. Il neologismo suona un po’ meno glamour rispetto al Brangelina di Brad Pitt e Angelina Jolie, ma Flavia Pennetta (33 anni e 26a posizione del ranking mondiale) e Fabio Fognini (quasi 28 anni e 31° in classifica) sono senz’altro la coppia più bella e affiatata degli Internazionali d’Italia in corso, una pista avanti gli algidi Maria Sharapova e Gregor Dimitrov.

Lui, lei e la suocera
Una solarità mediterranea, quella tra i due campioni, nata sull’asse Arma di Taggia (dove è nato lui) e Brindisi (terra di lei), quindi accasata a Barcellona, dove i due vivono insieme. I "Pennini" scherzano, ridono e alimentano la loro sit-com familiare pure quando non li guarda nessuno, al mattino, al River Chateau, l'hotel quartier generale dei tennisti di questi Internazionali d’Italia Bnl. Lunedì mattina la prima a scendere nella hall, in attesa dell'auto che li avrebbe portati al Foro Italico, è stata lei ("gli uomini si fanno aspettare" ci ha detto sorridendo e riferendosi a Fabio e agli allenatori del team italico). Nell’attesa, due chiacchiere e un veloce sguardo agli articoli di giornale dedicati all’incontro di Fabio e Simone Bolelli con il premier Renzi ("tutti senza cravatta", rideva Flavia), già selezionati e archiviati dalla suocera, presente come in ogni sitcom che si rispetti. In questo caso di nome fa Silvana ed è la mamma di Fabio, che per accompagnarlo agli allenamenti da ragazzo a Genova lasciò il suo lavoro nel desk office di un hotel. Questo prima di cedere lo scettro di angelo custode del figlio al marito Fulvio, un po' un omologo di Oronzo, che è invece il padre di Flavia.

Un amore tra sorprese e nomignoli segreti
Sempre lunedì mamma Fognini, seduta a un tavolino fuori dall’hotel, era intenta a incollare alle magliette di Fabio la targhetta di un nuovo sponsor ("dopo devo anche stirarle") e chiacchierava amabilmente con la nuora: "Per me è come un'altra figlia" (in famiglia c’è anche Fulvia, tifosissima dei "Pennini"), chiariva, raccontando anche che per la festa della mamma Fabio le ha mandato un sms di auguri. Per la sua Flavia si è invece sprecato di più: per il compleanno un mazzone di fiori in Qatar, dove lei stava giocando, poi sorprese varie (lui in elicottero che la aspettava all’aeroporto di Nizza per portarla a Montecarlo come un Richard Gere prestato al tennis) e quindi, su tutto, il marchio del tatuaggio su un fianco: "BN mi vida", dove quella sigla racchiude i nomignoli segretissimi che si sono dati. Si sa solo che lui è "N" e lei è "B", e di misterioso c’è giusto questo. 

Una storia in Twitter
Sul resto Fabio e Flavia sono molto generosi, con una vita di coppia molto raccontata su Twitter. A cominciare dal selfie che nel marzo del 2014 li ritraeva languidamente adagiati e abbracciati sul letto, lui a torso nudo, dopo la vittoria di lei a Indian Wells, e che di fatto ufficializzò il gossippone sui due. "Ecco il mio vice coach", scriveva lei.

Sono quindi seguite nell’ordine: foto dei due che addentano lo stesso uovo di Pasqua con la stessa intimità con cui si approccia la torta nuziale; lui con la mogliettina arancione di lei ("quella maglietta è mia, ladrooo", più emoticon vari di Flavia), ancora lui che steso sul letto la solleva plasticamente con i piedi ("oggi faccio pesi, come sei leggera"). E ancora, sempre su Twitter: la foto di lui che dalla sala stampa di Montecarlo, dove è riuscito nell’impresa di raggiungere la finale del doppio in con Bolelli, telefona a lei impegnata a Brindisi con la Fed Cup.

Il matrimonio? Chissà...
Come una sit-com, insomma, arricchita dai particolari sulla loro vita di coppia consegnata alle cronache: serata casalinghe a Barcellona, dove lei cucina e lui lava i piatti e non ne rompe o tira neanche uno come fa con le racchette in campo, perché in casa non si arrabbia mai (mamma Silvana conferma: "Perde la pazienza solo in campo"). E quindi il calcio e le moto guardate insieme alla tv, l’affiatamento nato quando i due erano solo grandi amici, il sesso che non è un problema neanche prima delle gare ("Non è per quello che si vince o si perde un match", ha dichiarato lui).

Per parlare di matrimonio è però presto, con Fabio che per mettersi la fede ai lacci delle scarpe da tennis, seguendo la moda nuzial-tennistica appena lanciata da Andy Murray, sembra comunque aspettare una decisione di lei: "Quando Flavia vorrà, se vorrà", ha detto. Insomma: per dirla alla Woody Allen, basta che funzioni. E fin qui funziona, eccome.

© Riproduzione Riservata

Commenti