Hockey ghiaccio: il Bolzano pattina via dall'Italia

Gli altoatesini passano nella Lega austriaca per giocare a un livello più alto. Una mossa autorizzata dalla Federazione, che crea così un precedente per gli altri sport

Marco Insam in azione durante l'ultimo Campionato italiano del Bolzano. Dal 2013-2014 gli altoatesini saranno impegnati nell'austriaca Lega Ebel. (Credits: HC Bolzano Foxes)

Chiara Duri

-

"Il Piave mormorò: non passa lo straniero". Ma è possibile l'opposto, pattinando via veloci sul ghiaccio: l'Hockey Club Bolzano Foxes, la squadra più titolata in Italia con 19 scudetti in bacheca, ha infatti deciso di andare a giocare nel Campionato austriaco. Più precisamente nella Lega Ebel, che vede già la presenza di una squadra slovena, una ungherese e una della Repubblica Ceca insieme con 8 team "autoctoni". 

"Sicuramente il livello di gioco sarà molto più alto e potremo finalmente confrontarci con avversari più forti, aumentando il nostro potenziale", afferma Marco Insam, 24enne punto di forza del Bolzano, con un passato all’estero tra le più forti leghe giovanili canadesi. Oltre che agonistico, il vantaggio per il Bolzano sarà però di sicuro anche economico e - per quanto l'hockey su ghiaccio non sia così popolare in Italia - la mossa, oltre che spiazzante, è sicuramente eclatante: un po' come se una big del nostro calcio decidesse di andare a giocare nella Liga o in Premier League… 

Il bello, però, è che la Federazione non l'ha assolutamente presa male. Anzi: "Le difficoltà generali del Paese hanno portato la squadra a decidere di trasferirsi per aumentare la possibilità di farsi conoscere a livello internazionale e accrescere la visibilità in ambito europeo", afferma Giancarlo Bolognini, presidente dal 1997 della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio. "La considero un'esperienza innovativa, che può rappresentare un elemento di passaggio, un nuovo modo di affrontare la vita dell'hockey non solo italiano".

In realtà le altre squadre della Lega italiana hockey, a partire da quella di Milano, hanno protestato per la perdita di livello e soprattutto spettatori (quelle con il Bolzano erano infatti le sfide più attese e quindi dall'incasso più importante) causata dall'addio del Bolzano al nostro Campionato. E il danno potrebbe aumentare, perché si vocifera che anche l'italianissima squadra del Pontebba (Udine) possa a breve imitare il Bolzano per passare nella sempre austriaca Kärnten Liga

Intanto, l'8 settembre è in programma la prima partita della Lega Ebel: Innsbruck - Bolzano. Non rimane che stare a guardare un pezzo del nostro hockey che scivola via come un disco destinato a insaccarsi in fondo a una porta vuota: Austria 1 - Italia 0.

© Riproduzione Riservata

Commenti