16a giornata - Rabbia Mihajlovic su Valeri: "Non sono scemo". Milan danneggiato
tratto da Mediaset Premium
16a giornata - Rabbia Mihajlovic su Valeri: "Non sono scemo". Milan danneggiato
Sport

16a giornata - Rabbia Mihajlovic su Valeri: "Non sono scemo". Milan danneggiato

Ai rossoneri mancano due gol regolari e un rigore su Bonaventura. Lo sfogo del tecnico serbo contro il direttore di gara

Non una pessima giornata per gli arbitri, anche se le polemiche di San Siro fanno finire Valeri nel frullatore della critica con colpa, visti gli errori a danno dei rossoneri. Messina aveva schierato i big per le due partite di cartello della domenica e ha fatto bene: si è trattato di due incontri 'tosti' da dirigere e solo personalità come Rizzoli e Orsato erano in grado di uscirne bene.

Qualche imprecisione c'è stata sia al San Paolo che allo Stadium, ma nel complesso nessuno si può lamentare più di tanto ed è un successo viste le insidie. E' stata una giornata in cui gli addizionali di porta hanno inciso positivamente: a Verona sull'episodio del rigore ed espulsione a favore del Chievo e a Torino nella chiamata del rigore di Chiellini su Bernardeschi. 

Milan-Verona, errori decisivi di Valeri

Il fuorigioco chiamato a Bacca in linea con la difesa del Verona. Poi Luiz Adriano mette in rete... tratto da Mediaset Premium

Il Milan gioca male e stecca contro il Verona, ma nel pareggio c'è anche molto di Valeri e dei suoi assistenti. L'errore più grave è nel finale quando Marquez spinge chiaramente alle spalle Bonaventura in mischia provocandone la caduta: fallo evidente nella sua dinamica e che avviene proprio sotto gli occhi del direttore di gara. Impossibie da non vedere e, invece, Valeri tira dritto e lascia giocare. L'addizionale Guida è dall'altra parte della porta e in una situazione di mischia non può aiutare.

Nel primo tempo ci sono, poi, due situazioni di fuorigico chiamate da Lo Cicero. La prima si conclude con la rete a gioco fermo di Niang dopo che Bacca è stato fermato a tu per tu con Gollini quando in realtà era in linea con la difesa del Verona: l'assistente sbaglia, ma obiettivamente il tiro successivo del francese approfitta della distrazione dei difensori dell'Hellas ed è improprio parlare di gol annullato.

Altro errore su Luiz Adriano che è appena in offside ma non riceve il pallone, indirizzato su Bacca che invece è in posizione regolare. Poi il colombiano mette in mezzo e lo stesso Adriano segna a gioco fermo: errore grave, anche se pure qui le moviole sottolineano come sia improprio parlare di rete annullata. Non c'è il rigore chiesto dal Verona per una trattenuta di Alex su Toni. Giusto il rosso a De Jong che frana su Greco in procinto di calciare a colpo sicuro a tu per tu con Donnarumma.

Juventus-Fiorentina 1-3, Orsato salvo col fiatone

Il fallo di Chiellini su Bernardeschi: rigore tratto da Mediaset Premium

Partita intensa e difficile all'inizio e cattiva nella ripresa. Il penalty iniziale per la Fiorentina viene chiamato dall'addizionale di porta Damato ed è corretto perchè Chiellini arriva in ritardo col piede sulla scarpa di Bernardeschi e lo sgambetta: l'attaccante accentua la caduta ma il fallo c'è e andava punito. Orsato ci pensa qualche secondo mentre riceve via radio l'indicazione dal suo collaboratore e poi fischia.

Non c'è nulla in un successivo contatto tra Borja Valero ed Evra: il francese tocca il pallone. Giusto concedere il vantaggio nell'azione che porta al 2-1 di Mandzukic (finezza del direttore di gara), mentre è un errore negare alla Juventus un penalty nel finale: Borja Valero va dritto su Mandzukic atterrandolo con una sbracciata. Ci stava non solo il rigore ma anche una possibile espulsione per il viola che, invece, era già ammonito e se la cava non ricevendo il secondo giallo.

Napoli-Roma, due episodi senza certezza

Il cross di Rudiger in Napoli-Roma: dentro o fuori? tratto da Mediaset Premium

Rizzoli viene promosso dalle moviole del San Paolo, anche se manca la certezza sui due episodi chiave che, curiosità, coinvolgono entrambi l'assistente numero uno anche se prima Cariolato e poi Barbirati che l'ha sostituito dopo l'infortunio muscolare. All'8' del primo tempo Callejon sembra in fuorigioco millimetrico (un pezzetto della testa oltre la linea) quando riceve e scarica in mezzo un pallone che Digne tocca di braccio: gioco fermo altrimenti sarebbe stato rigore per i partenopei. Chiamata su cui non ci sono certezze e alla Roma va bene...

Al 35' della ripresa, invece, la rete annullata a De Rossi se segnalazione di Barbirati: il cross di Rudiger esce durante la traiettoria. Le immagini non fanno chiarezza in assoluto e rimane il dubbio anche se la sensazione è che la chiamata sia corretta e il collaboratore di Rizzoli la effettua con una decisione che toglie ogni dubbio. Mertens, infine, rischia su una manata a Florenzi che lo insegue in un'azione di ripartenza: involontaria per dare un cartellino.

Udinese-Inter 0-4, nessun problema

Gara semplice per Massa che ha un solo episodio da moviola e lo giudica bene: era da annullare il gol cancellato a Thereau per posizione di fuorigoco. Per il resto corretta la gestione dei cartellini; mana forse solo un giallo per Felipe Melo che interviene fallosamente su Perica.

Chievo-Atalanta, la testata sciocca di Cherubin

Un solo episodio e le moviole promuovono la collaborazione tra Pasqua e l'addizionale di porta Sacchi. Succede quando Cherubin e Paloschi entrano a contatto dopo un'azione sospetta in area bergamasca: l'arbitro lascia correre (avrebbe potuto anche punire l'attaccante per una leggera simulazione) e i due si beccano. Vanno testa a testa e quando Cherubin la rialza colpisce quella di Paloschi; l'addizionale seganala all'arbitro che è girato e la concessione del rigore con espulsione è la conseguenza obbligata da regolamento.

La classifica sintesi delle moviole dei quotidiani italiani

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 16° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Napoli

37

+5

Inter

36

=

Fiorentina

34

+2

Juventus

31

+1

Roma

29

=

Milan

27

+2

Sassuolo *

23

-3

Chievo

23

+1

Udinese

22

+4

Lazio

22

+2

Torino *

21

-1

Atalanta

21

-2

Empoli

20

-4

Palermo

19

+1

Bologna

19

=

Frosinone

15

+1

Genoa

14

-2

Sampdoria

14

-3

Carpi

11

+1

Verona

4

-3

Ti potrebbe piacere anche

I più letti