Sony A99 II, la full frame per fare tutto
Sony A99 II, la full frame per fare tutto
Tecnologia

Sony A99 II, la full frame per fare tutto

L’ultimo modello della famiglia di fotocamere a specchio traslucido cerca l’equilibrio fra fotografia e video

Sony sempre più regina del segmento full frame. Dopo il refresh della serie A7, arricchitasi lo scorso anno di ben tre nuovi modelli, la casa giapponese si appresta a rinnovare anche il vertice della sua famiglia di fotocamere TMT (Translucent Mirror Technology) a metà strada fra le reflex e le mirrorless.

L’annuncio in anteprima è arrivato in occasione di Photokina, con la presentazione della nuova A99 II, erede della prima piena formato a specchio traslucido della casa di Tokyo, una macchina migliorata sotto tutti i punti di vista, dalle dimensioni al sensore, dal processore al sistema di messa a fuoco.

Solida ma maneggevole
La nuova TMT di Sony – che arriverà sul mercato a partire dal prossimo mese di novembre a un prezzo di 3.600 euro – si presenta con un corpo ancora più contenuto rispetto alla sua progenitrice (l’8% in meno) ma comunque più solida e massiccia rispetto ai modelli della Serie A7. Il corpo, per inciso, è in lega di magnesio.

Tutte digitali le risorse per l’inquadratura: oltre al display basculante per la visualizzazione e la ripresa in Live View troviamo un mirino elettronico Oled da 2,36 megapixel di risoluzione.

Sensore a pieno formato da 42 megapixel
Le novità più succose sono però all’interno: c'è un nuovo sensore full frame da 42 megapixel retroilluminato e stabilizzato su cinque assi, nonché un nuovo processore Bionz X accreditato di prestazioni che sulla carta appaiono di tutto rispetto.

Sintomatico a questo proposito il valore della raffica, che raggiunge i 12 fotogrammi al secondo, utilizzando il mirino elettronico, e gli 8 fps in modalità Live VIew. Quanto alla sensibilità, si va da un minimo di 100 a un massimo di 25.600 ISO, estendibili a 102.4000 equivalenti.

AF ibrido, per accontentare anche i videomaker
Promettente anche il nuovo AF ibrido che combina due sistemi di rilevazione di fase da 79 e 399 punti spingendosi fino a EV-4 in condizioni di bassa luminosità. A ciò si aggiunge il vantaggio – garantito dall’utilizzo di uno specchio fisso in luogo della tradizionale unità “ribaltabile” – di un migliore tracking sul soggetto, in fase di scatto come in quella di video.

Proprio il comparto video rappresenta uno dei punti di forza della nuova a99 II: la possibilità di filmare in 4K (in formato XaAVC-S) è solo la punta dell’iceberg di una dotazione che prevede fra le altre cose il supporto alle riprese in slow motion e in quick motion e la compatibilità con tutti i più recenti profili ad ampio gradazione del colore (S-Log3, S-Log2, S-Log compresi).

Doppia memoria
Compatibile con tutte le ottiche ad attacco A della casa nipponica, la nuova Sony A99 II arriva già equipaggiata con il doppio slot per le schede di memoria (SD e Memory Stick Duo), connettività Wi-Fi e NFC.

Assente invece il GPS, scelta probabilmente dettata dalla possibilità di sfruttare un sistema di geolocalizzazione esterno (ad esempio quello di uno smartphone) attraverso un collegamento wireless.


Sony A99 II: le immagini

Ti potrebbe piacere anche

I più letti