Rita Fenini

-

Si è svolta il 27 e il 28 luglio 2019 la 33esima edizione della "Trans Benaco", la cruise race più lunga del lago di Garda, che quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 50 barche: un’edizione davvero ben riuscita, sia dal punto di vista tecnico che del vento, che ha permesso due tappe divertenti e piuttosto veloci.

Poco più di 4 ore e mezzo il tempo impiegato dalle prime imbarcazioni nella prima parte di 20 miglia, Portese-Torbole; poco più di 2 ore nel ritorno, Torbole-Portese, con un bel vento da nord che ha regalato una piacevole “impoppata” fino a Portese.

La Trans Benaco cruise race, organizzata con entusiasmo dal Circolo Nautico Portese (su delega della Federazione Italiana Vela), in collaborazione con Limone Garda Sailing e con il supporto del Circolo Vela Toscolano Maderno e del Circolo Vela Torbole, ha dimostrato ancora una volta - dopo 33 anni dalla sua prima edizione - la sua doppia anima, che coniuga divertimento e passione per la vela con un aspetto più tecnico, che trasforma skipper, timonieri ed equipaggi da tranquilli amici di banchina, in agguerriti velisti

Tra i partecipanti, tanti volti noti, ormai da tempo affezionati alla manifestazione: tra questi, Walter Caldonazzi (Fraglia Vela Riva) e Oscar Tonoli (GN Dielleffe), armatore e timoniere ben conosciuti sul Garda, che, a bordo di "Black Arrow", hanno centrato l’obbiettivo, aggiudicandosi il Trofeo Trans Benaco cruise, assegnato alla prima imbarcazione di serie  classificatasi in tempo reale, escluse quindi le imbarcazioni Hi tech

Il Trofeo Hi Tech, riservato alle sole imbarcazioni "speciali" (per le loro peculiari caratteristiche costruttive), è stato conquistato dall' "Eclisse" di Pietro Bovolato (Circolo Vela Gargnano), che ha  percorso la distanza Portese-Torbole-Portese in sole 6h 48’ 41” totali.

Per quanto riguarda i monotipi, che numerosi animano la Trans Benaco sfidandosi ad armi pari, ottima partecipazione della classe Dolphin 81, seguita numericamente da Asso, Protagonist e Ufo: vincitori di queste classi sono risultati - nell’ordine- "Achab" di Luca Nassini con Carlo Fracassoli al timone, "Diavolasso A&C Sicurplanet" di Andrea Farina, "Avec Plaisir" di Calvagna-Vallivero con Matteo Giovanelli al timone e "Wet & Pretty" di Raffaele Gugole, vincitore anche in ORC M.

Per il primo anno si è svolta anche la Trans Benaco per vele bianche, definita “Veleggiata”, un primo passo per coinvolgere sempre più appassionati che desiderano trascorerre due giornate di vela in buona compagnia, respirando il clima conviviale della manifestazione insieme agli altri partecipanti.

Dopo la "Trans Benaco" numero 33, classica regata dell’estate gardesana, valida anche per la speciale classifica del Garda Sailing Challenge - che mette insieme le principali regate d’altura del lago di Garda con LonGarda, Trans Benaco cruise race, Centomiglia e Trofeo Gorla - il Circolo Nautico Portese con Limone Garda Sailing lancia la nuova "Trans Benaco x 2", con imbarcazioni gestitte da sole due persone.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Trans Benaco Cruise Race 2019, tutte le novità

Tutto le info sulla "più bella Regata del Lago di Garda" che torna il 27 e 28 luglio in occasione della 33^ edizione della Transbenaco

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965