Era il 16 ottobre 1996 quando veniva al mondo l'unico figlio di Prince e Mayte Garcia, la ballerina che è stata moglie della popo star scomparsa per 4 anni dal 1996 al 1999. Il bimbo, cui venne dato il nome Amiir, nacque con taglio cesareo, ma morì dopo soli sei giorni perchè affetto dalla sindrome di Pfeiffer, malattia genetica rara che causa la fusione prematura delle ossa del cranio.

Il dramma di Prince

Ora Mayte, intervistata dal settimanale People ripercorre quei giorni drammatici e sostiene che da quel tragico evento Prince non si sia mai ripreso del tutto. "Non penso che l'abbia mai superata. - ha dichiarato - Non credo che nessuno possa riuscirci. Io non ci sono riuscita".

LEGGI ANCHE: "Prince, le sue canzoni (che nessuno conosce)"

LEGGI ANCHE: "Prince sarebbe morto a causa dell'Aids"

I medici avevano avuto l'intuizione di una possibile malattia genetica del feto e avevano proposto alla coppia l'amiocentesi con tutti i rischi che questo tipo di analisi comporta.

La difficile scelta

Proprio per paura di un aborto spontaneo marito e moglie avevano deciso di proseguire la gravidanza senza approfondire la possibile malattia. "Il dottore - ricorda Mayte a proposito dell'ipotesi amiocentesi - ci disse del rischio di un aborto e Prince gli disse che non voleva farla".

La donna è in uscita con un libro di "Memorie intime" che si chiamerà The most beautiful, un testo tributo al cantante e alla storia d'amore che i due hanno avuto negli anni '90. "Ho avuto con Prince una relazione rara, quasi ultraterrena", ha rivelato Mayte aggiungendo che il libro racconterà "Gli alti e bassi che sempre esistono in un amore: quest'uomo è sempre parte della mia famiglia e lo sarà sempre".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti