Life

In India il mistero del villaggio dei suicidi

Ottanta persone si sono tolte la vita in 3 mesi. Colpa del diavolo o dei pestici?

Indian village life

Barbara Massaro

-

Ottanta dei 2.500 abitanti di Badi in India si sono tolti la vita nei primi tre mesi del 2016.

Il mistero del boom di suicidi del villaggio indiano è ancora senza spiegazioni, ma la notizia sta facendo il giro del  mondo. Nella zona tutti ne sono certi: la causa dei suicidi è una "Presenza demoniaca" che sta infestando l'area. Times of India scrive: "Ci sono 320 famiglie nel nostro villaggio e almeno una persona da ognuna di queste si è uccisa".

E perchè? Si chiedono tutti.

Rajendra Sisodiya, il sarpanch - capovillaggio - è certo che sia il demonio a comandare la gente e che dica loro di togliersi la vita. Più scettici gli studiosi che ritengono responsabile del boom la presenza dei pesticidi.

Srikanth Reddy, uno psichiatra indiano, ha detto che questi suicidi potrebbero essere dovuti a episodi depressivi e schizofrenici legati, probabilmente, all'alto tasso di pesticidi usati nei campi e a stress finanziario.

In Cina uno studio aveva motivato la depressione di diversi contadini locali con la presenza di alcuni insetticidi contenenti organofosfati che sono anche alla base di alcuni gas nervini.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Addio al grande capo indiano Joseph Medicine Crow

Si è spento a 102 anni nel Montana uno degli eredi della tradizione dei nativi d'America

La magia dell'India al Festival dell'Oriente

L'atteso appuntamento sbarca a fine maggio nel capoluogo lombardo

Il messaggio di pace una ragazza indiana

Commenti