Life

Gli ostelli più belli del mondo? Sono in Portogallo e Spagna

Sono stati assegnati gli "Hoscar", i premi per le migliori strutture del settore. Anche l'Italia nella top ten

Hostelworld_Hoscar_021

Barbara Massaro

-

Il concetto di "Ostello" fa rima con l'idea di vacanze free, giovinezza, allegria e sistemazione spartana. Sempre più spesso, però, si incontrano degli ostelli concepiti come spazi innovativi, alla moda, che uniscono al design accattivante i confort di un vero e proprio albergo. Si tratta degli ostelli premiati con gli "Hoscar", i premi assegnati da Hostelworld.com, portale per la prenotazione di ostelli.

Nell'edizione di quest'anno a vincere è stata l'Europa che si aggiudica la top ten delle migliore strutture al mondo.

Al primo posto assoluto, con il maggior numero di premi, si piazza il Portogallo, destinazione di tendenza, giovane e cool. Lisbona si è aggiudicata la statuetta d’oro e d’argento: una per Home Lisbon Hostel; l’altra per Yes! Lisbon Hostel. Seconda premiata è la Spagna, sinonimo di vacanza in allegria e libertà.

Medaglia di bronzo per la Germania, trainata dal fervore artistico della nuova Berlino. Ottimo piazzamento anche per l'Irlanda, per l’Ungheria e la Repubblica Ceca, a cui segue, al settimo posto, l'Italia, con cinque riconoscimenti.



 

Una certezza, ormai da alcuni anni, è l’Ostello Bello di Milano, innovativo concept hostel che unisce design e atmosfera friendly, e che si accaparra il titolo di migliore ostello di Milano e di tutta la Penisola.

Seconda italiana premiata è la struttura del Plus Florence di Firenze, che offre piscina, bar e ristorante vivaci e una posizione invidiabile a due passi dalla Stazione di Santa Maria Novella e dal centro della città.

A Roma troviamo The Yellow, che spicca per la cortesia e la disponibilità dello staff, sempre pronto a dare consigli e aiuto pratico per visitare la  città eterna.

Non poteva mancare Venezia, con il Generator Venice, con interni che richiamano l'atmosfera lagunare.

Premiato anche il LoL Hostel di Siracusa, uno dei migliori big hostel, cioè quelli che offrono il maggior numero di posti letto. A due passi dal parco archeologico e dalla storica Ortigia, e un concentrato di design e dettagli d’epoca. 

Anche le asiatiche si sono piazzate bene. Ottimi gli ostelli giapponei, seguiti dai cinesi e dai vietnamiti. Per la prima volta, infine, hanno ottenuto un riconoscimento paesi come Myanmar, Uzbekistan ed Emirati Arabi

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Londra, viaggio nel paradiso dei Lego

Foto da BRICK 2014, la quattro giorni all'insegna dei mattoncini nella capitale britannica

Commenti