Life

E se la Statua della Libertà fosse un uomo?

Un nuovo studio apre ipotesi differenti sul reale sesso del simbolo stesso dell'America

Statua della Libertà

Barbara Massaro

-

E se la lei, fosse in realtà un lui? Protagonista della questione la Signora Statua per antonomasia, ovvero la Statua della libertà inaugurata nel 1886 e costruita dal francese Frédéric Auguste Bartholdi.

Secondo la vulgata il volto della Statua sarebbe ispirato a quello della madre di Bartholdi, mentre adesso la studiosa Elizabeth Mitchell ha ribaltato la tesi nel libro Liberty’s Torch: The Great Adventure To Build the Statue of Liberty.

Mitchell ha studiato a lungo la biografia della famiglia Bartholdi ed è arrivata alla conclusione che il volto del simbolo della libertà non sarebbe ispirato alla madre dello scultore, bensì al fratello, Jean-Charles

Jean - Charles, affetto da malattia mentale, era ricoverato in una clinica e Frédéric Auguste spesso lo andava a trovare passando ore con lui in silenzio. Da qui l'idea di tracciare bozzetti del volto da riprodurre sull'opera che stava realizzando.

Una tesi affascinante che non convince un secondo studioso, Edward Berenson, docente dell'Università di New York. Secondo quest'ultimo la statua non ricalcherebbe il volto di nessun membro della famiglia perchè non esistono sufficienti documenti che lo confermino mentre si sa per certo che il simbolo stesso del sogno americano è ispirato all'arte classica latina e greca.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Alla scoperta dei segreti della Juilliard, Manhattan e New York University

I sacrifici, le ambizioni e i sogni di un gruppo di giovanissimi allievi italiani delle più prestigiose accademie musicali americane

A New York, è guerra a colpi di "Post-it"

La sfida, iniziata la scorsa settimana a Manhattan, è diventata virale sui social con l'hashtag #CanalNotes

Commenti