Mario Balotelli: "Mi prenderò cura di Pia in silenzio"

Il neo papà scrive a Verissimo e Raffaella Fico risponde dalla D'Urso

Mario Balotelli – Credits: Gettyimages

Barbara Pepi

-

Lui chiede silenzio, lei va nel salotto da Barbara D'Urso per parlare, ancora una volta, della loro non storia e della piccola Pia. Dopo un silenzio durato un paio di giorni Raffaella Fico ha scelto Domenica Live per pronunciarsi, per la prima volta, dopo la pubblicazione, da parte di Mario Balotelli di quel tweet- verità che anticipa l'esito del test del Dna che, senza ombra di dubbio, ha detto che sì, è proprio Mario il padre di Pia.

"Sono felice che abbia preso coscienza della sua paternità - ha dichiarato Raffaella -  ma sono soprattutto contenta per Pia che avrà il suo papà e l'amore del padre".

La Fico, poi, continua: "E' giusto far capire piano piano alla bambina che lui è il padre. Pia la trova a casa con noi e può venire quando vuole". E ancora: "La notizia del tweet l'ho appresa tramite un'amica che me l'ha segnalato - ha spiegato - Certamente avrei preferito una telefonata, ma ripeto, sono molto felice per mia figlia che avrà suo padre".

"Io ho sempre detto la verità - ha precisato la showgirl napoletana a proposito del test del Dna -  Per scrivere ciò che ha scritto, Mario avrà avuto le sue certezze. Non dico altro". Poi, ha concluso:"Sono sicura che mi chiamerà, si prenderà i suoi tempi prima di farlo. Ma quando la vedrà impazzirà di gioia. Vorrei che l'abbracciasse e la stringesse tra le sue braccia".

Dal canto suo il "neo" papà ha consegnato le sue riflessioni a Silvia Toffanin e affidato le sue volontà a proposito della bambina ad una lettera che la conduttrice di Verissimo ha letto in versione integrale in trasmissione. Eccola

"Cara Silvia,

come avevo annunciato se un tribunale avesse stabilito che io fossi il padre di Pia, sono pronto a prendermi le mie responsabilità. Devo farlo in silenzio, lontano da tutto ciò che è mediatico, quando si parla di un rapporto così importante come quello che lega un genitore alla propria figlia. Non parteciperò a nessuna trasmissione tv perché il mio lavoro si pratica su un campo d’erba. Non voglio, per favore, speculazioni su questa vicenda. Ho scritto su Twitter perché sono un ragazzo cresciuto con educazione, con dei valori e conosco le parole amore e affetto. Scrivere Dad mi ha fatto emozionare ma questa esplosione, questa gioia la voglio tenere per me. Spero che il mio silenzio possa aprire la strada per evitare altre polemiche in tv o sui giornali. Spero che il mio silenzio possa far capire che ora c’è una minorenne di mezzo che non conosce i meccanismi televisivi e dei media. Spero che queste mie poche parole possano servire per concludere definitivamente questa vicenda e non permetto a nessuno di travisare le mie parole, giocare e mettermi in bocca frasi che non ho mai detto o scritto. Con affetto Mario che oggi aspetta sua figlia lontano dal clamore mediatico e, magari un giorno, a bordo campo a tifare Milan e a tifare il suo papà."

© Riproduzione Riservata

Commenti