Justin Bieber, dopo la barzelletta anche il video razzista

Guai su guai per il bad boy del pop

Justin Bieber – Credits: Gettyimages

Barbara Pepi

-

Aveva liquidato la barzelletta razzista pescata in rete dal TMZ come "Errore di gioventù", ma il Sun ha scovato un'altra testimonianza del possibile razzismo di Justin Bieber.

Dopo le scuse pubbliche per quella inopportuna barzelletta di stampo razziale pronunciata nel 2009 ("Da ragazzino - ha ammesso - non capivo il potere negativo di certe parole e la loro capacità di ferire") Justin è di nuovo nei guai. Stavolta a scovare - in formato video - le intemperanze della pop star sono stati i segugi del Sun.

Il magazine britannico ha pescato un videocip (a quanto pare recente) in cui lo si vede inneggiare al Ku Klux Klan. Nella clip Bieber canta una versione modificata della sua hit One Less Lonely Girl e scherza sull'ipotesi di uccidere una persona di colore e unirsi al gruppo di estremisti.

Il suo enturage, tanto attento a smacchiargli l'immagine ogni volta che ne combina una delle sue dovrà mettersi d'impegno, perchè questa volta l'ha fatta davvero grossa. 

© Riproduzione Riservata

Commenti