Dalla Corea del Sud arrivano i parcheggi per sole donne
Ansa
Dalla Corea del Sud arrivano i parcheggi per sole donne
Società

Dalla Corea del Sud arrivano i parcheggi per sole donne

Sono più larghi e comodi per facilitare le manovre ad automobiliste impacciate, ed è subito polemica

Donne imbranate alla guida? Disastrose in manovra e una frana nei parcheggi? Niente paura, da Seoul arriva la soluzione. La città sud coreana ha, infatti, brevettato dei parcheggi a misura di donna: sono più larghi e lunghi del normale per facilitare le signore nell'antica arte del parcheggio metropolitano.

L'iniziativa fa parte di un progetto per rendere Seuol più female friendly, ma l'idea è parsa discriminante e sessista. La pensano così in molti su Twitter dove la notizia dei parcheggi rosa ha fatto subito esplodere la polemica.

Le aree per signore sono indicate con la figura stilizzata di una donna e delimitati da strisce rosa: si trovano più vicini agli ingressi di negozi e posti di lavoro e, negli intenti, puntano a facilitare la vita alle ragazze.

Parte dello stesso piano fanno anche i progetti di costruzione di più di 7000 bagni pubblici per donne e la sostituzione del materiale di alcune pavimentazioni con uno più spugnoso, per permettere a chi vuole indossare i tacchi alti di camminare senza problemi.

Però, si sa, quando le donne si vogliono complicare la vita ci riescono alla grande e così anche la "cortesia" diventa offesa e discriminazione e si urla al sessismo e al mondo maschio centrico quando ci sarebbero ben altre ragioni per scandalizzarsi che vanno oltre un parcheggio rosa. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti